Controlli straordinari nel Comasco. L’impegno di tutte le Forze di Polizia con il concorso di personale della Polizia Stradale e delle Polizie Locali interessate, prosegue da ormai ben 16 settimane allo scopo di prevenire e contrastare i principali fenomeni criminosi, con particolare riferimento allo spaccio di sostanze stupefacenti, ai reati predatori ed ai furti in abitazione.

Controlli straordinari nel Comasco continua il presidio del territorio

I controlli sono proseguiti anche nella settimana dal 21 febbraio al marzo 2019. L’attività ha riguardato in particolare i territori delle zone di Erba, Cantù e Olgiate (tra cui i comuni di San Fermo della Battaglia, Colverde, Montano Lucino, Faloppio, Ronago, Uggiate Trevano, Olgiate Comasco, Solbiate con Cagno, Valmorea, Erba, Pusiano, Eupilio, Tavernerio, Lipomo, Capiago Intimiano, Locate Varesino, Carbonate, Mozzate, Turate, Rovellasca, Rovello Porro, Senna Comasco, Fino Mornasco, Luisago, Cassina Rizzardi, Villaguardia, Lurate Caccivio, Bulgarograsso, Appiano Gentile, Cabiate, Figino Serenza, Carimate, Vertemate con Minoprio, Cadorago, Lomazzo, Cirimido, Lurago Marinone, Orsenigo, Alzate Brianza, Anzano del Parco, Monguzzo e Lurago d’Erba, Inverigo, Lambrugo).

L’attività nel dettaglio

Impegnati complessivamente 174 operatori appartenenti alle varie forze di Polizia ripartiti in 70 unità operative automontate, hanno consentito di conseguire i seguenti risultati:
• 60 posti di controllo effettuati;
• 407 veicoli controllati;
• 35 contravvenzioni al C. d. S. elevate;
• 1 carte di circolazione ritirate;
• 4 veicoli sottoposti a fermo amministrativo;
• 700 persone identificate e controllate, di cui 69 cittadini extracomunitari.

Leggi anche:  Incidente sulla A9 SIRENE DI NOTTE

Sono state indagate in stato di libertà tre persone ad una delle quali sono state sequestrate modiche quantità di sostanze stupefacenti.
Sono stati adottati complessivamente 20 provvedimenti di espulsione
• n. 1 con misura alternativa della consegna del passaporto e obbligo di firma
• n. 11 con ordine di abbandonare il territorio dello Stato
• n. 2 mediante accompagnamento al C.P.R.;
• n. 4 mediante accompagnamento in frontiera;
• n. 2 mediante allontanamento del cittadino comunitario

Sono stati controllati tre esercizi pubblici ed identificati, nel contempo, 29 clienti.  In particolare, nella giornata del 1 marzo a Erba, c’è stato il deferimento di B.M.M., trovato in possesso di 7 involucri di hashish per un peso complessivo di grammi 10, che è stata sottoposta a sequestro.