Grande operazione della Polizia locale contro lo spaccio di droga a Como. Nella serata di ieri infatti gli agenti in borghese della Locale hanno arrestato un 21enne italiano in possesso di circa 1,100 kg di droga tra hashish, marijuana e anfetamine.

Droga a Como: l’operazione della Polizia locale

Intorno alle ore 17 di ieri alcuni agenti dell’Unità Operativa Sicurezza Urbana in borghese presidiavano la zona di via della Conciliazione, a Tavernola.  In quella zona hanno avvistato un ciclomotore che procedeva con andatura pericolosa. Ad un’analisi più attenta gli agenti hanno notato che alla guida c’era un volto già noto alle forze dell’ordine così hanno deciso di fermarlo. All’alt il giovane alla guida ha accostato, salvo poi fare velocemente inversione su via per Cernobbio. Prontamente gli agenti hanno preso la targa del veicolo e fatto un rapido controllo, scoprendo che il veicolo era di proprietà di un giovane con precedenti per droga. Una volta appurata l’identità del proprietario del veicolo, sono cominciati alcuni controlli nelle zone più comuni di spaccio alla sua ricerca. Non avendolo trovato, gli agenti hanno optato per un appostamento vicino alla sua abitazione in attesa del suo ritorno.

Intorno alle 18 G.I., cittadino italiano classe 1996, nato e residente a Como, è tornato alla sua abitazione dopo aver recuperato il ciclomotore che aveva abbandonato durante la fuga. Mentre cercava di aprirlo gli agenti lo hanno bloccato e perquisito il veicolo. All’interno del sottosella hanno rinvenuto 3 buste di mariujana, 17 ovuli di hashish e una bustina con 6gr di MDMA (ecstasi). Così gli agenti hanno proceduto all’arresto e al sequestro della droga, circa 1,100 kg in totale. Il PM ha poi proceduto affinché il giovane fosse direttamente accompagnato al Bassone in stato di arresto per detenzione di droga ai fini di spaccio. Il valore del sequestro è di circa 10 mila euro.

Leggi anche:  Si lava nelle fontane di piazza Grimoldi: multato un tedesco

La soddisfazione dei vertici della Polizia Locale

Estremamente soddisfatti di questa operazione i vertici della Polizia locale di Como che hanno illustrato, con gli agenti protagonisti, la dinamica dell’operazione. “Non si è trattato di un colpo di fortuna, bensì dei frutti di mesi di quotidiano lavoro di controllo sul territorio con l’obiettivo di contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti – ha sottolineato il Comandante Donatello Ghezzo – E per farlo è fondamentale avere personale che dà un contributo così forte”. Gli ha fatto eco il Commissario Capo Aurelio Giannini che ha sottolineato la perspicacia e l’intuizione dei colleghi.

Stephanie Barone