“Una puzza incredibile da parecchio tempo. Ogni giorno era sempre più forte. Si sentiva di più quando si passava vicino a quella porta”. Così racconta una vicina di casa (VIDEO) di Amalia Villa e Marinella Ronco, le due donne assassinate a Ornago

Un orrore inimmaginabile

“Non potevamo immaginare un orrore simile”, racconta la vicina che da giorni avvertiva un odore nauseabondo. Una puzza che per chi viveva lì era davvero insopportabile e non ne capivano il motivo.

Un decadimento fisico

Negli ultimi tempi i vicini di casa di Amalia Villa e Marinella Ronco, che vivevano nell’appartamento di via Santuario proprio con l’omicida Paolo Villa, avevano notato un decadimento fisico dell’uomo. “Lo vedevamo strano e spesso ubriaco”. Tutti però a Ornago ne parlano bene: impegnato nel sociale e benvoluto.

Presto interrogato

Già nel pomeriggio di oggi l’assassino potrebbe essere interrogato. Ora si trova nell’ospedale di Monza, dove è stato trasferito dal nosocomio di Vimercate, a seguito del malore che lo ha colpito ieri mattina mentre si trovava al bar di fronte a casa. Si parla di ictus.

Leggi anche:  Pool Libertas Lunedì il raduno