Una storia davvero singolare arriva dalla Bassa comasca. A raccontarla è il nostro quotidiano online Settegiorni.it, che riporta la vicenda di un ex vigile canterino con l’abitudine di far vibrare la propria ugola a tutte le ore del giorno.

Canzoni sconce: allontanato

Il tutto per la “gioia” di una vicina in particolare: il problema è che, al di là dei decibel, era proprio il contenuto sconcio di motivetti a turbare (e non poco) la coinquilina dello stesso condominio.

Il tormento avveniva ogni ora del giorno, tanto che alla fine i comportamenti del 63enne sono stati qualificati come veri e propri atti persecutori.

Ex vigile tormentava la vicina

Detta così, sembra la scena di un film di Pierino. E invece l’Autorità Giudiziaria ha preso la vicenda sul serio, tanto che i Carabinieri di Turate hanno addirittura eseguito un’ordinanza di custodia cautelare di divieto di dimora e di avvicinamento per l’ex “ghisa”.

Risultato: bye bye Rovellasca per il vigile canterino, almeno per un po’ (sperando che abbia capito la lezione)…

Leggi anche:  Si cerca Paolo Rio: al lavoro anche un gruppo di volontari

L’ARTICOLO ORIGINALE SU SETTEGIORNI.IT