E’ finito in manette nella giornata di ieri, lunedì 25 giugno, un rapinatore seriale. L’uomo è accusato di due rapine consumate in farmacie del capoluogo e di tre tentativi.

Arrestato rapinatore seriale: era armato di coltello

Intorno alle 14.15 circa di ieri il personale della Squadra Mobile della Questura di Como ha eseguito un fermo di polizia giudiziaria nei confronti di M.D.C.. Si tratta di un cittadino italiano del 1986 indiziato del delitto di rapina. Dalle indagini della Polizia di Stato, M.D.C. è stato, infatti, riconosciuto quale autore di due rapine consumate, avvenute nei giorni scorsi nel capoluogo ai danni di due farmacie. Il rapinatore, servendosi di un coltello professionale, ha minacciato il personale facendosi consegnare rispettivamente le somme di 100 e 400 euro in contanti. L’uomo però non si è fermato, anzi. Nella sola mattinata di ieri, lo stesso si è reso responsabile di tre tentativi di rapina ai danni di un bar pasticceria e di altre due farmacie di Como.

Gli agenti della Polizia di Stato, dopo aver visionato attentamente le immagini riprese dalle telecamere dei circuiti di videosorveglianza di quegli esercizi, hanno subito attivato le ricerche del rapinatore individuandolo in una strada del centro cittadino. Sottoposto ad immediata perquisizione personale, M.D.C. è stato trovato in possesso del coltello utilizzato per le cinque rapine, occultato nella tasca posteriore dei pantaloni. Il personale della Squadra Mobile ha provveduto a porre sotto sequestro anche una polo di colore verde indossata durante le rapine di ieri che il soggetto aveva lasciato alla fidanzata, incontrata precedentemente.

Leggi anche:  Ciclista ferito nei boschi di Brenna FOTO

Condotto presso gli uffici della Squadra Mobile l’uomo ha ammesso la sua responsabilità per i fatti imputatigli. E’ stato quindi condotto presso la casa circondariale di Como dopo essere stato sottoposto ai rilievi dattiloscopici.

L’importanza di fornirsi di telecamere di sorveglianza

Ancora una volta la Polizia di Stato sottolinea per i commercianti e non solo l’importanza di dotarsi di impianti di videosorveglianza efficienti che migliorano, senza ombra di dubbio il contrasto alle attività illecite. Troppo spesso, infatti, gli agenti devono constatare il mal funzionamento o la scarsa qualità delle immagini registrate. Un fatto che non solo ritarda la cattura dei responsabili di reati ma trasforma alcuni esercizi commerciali in bersagli preferiti dei malfattori certi di farla franca.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU