AGGIORNAMENTO ORE 12.00 – Sono oltre 140 le persone sfollate a causa della bomba d’acqua che si è abbattuta nuovamente sull’Alta Valsassina, causando anche una frana a Casargo. I volontari intanto sono sempre al lavoro per ripristinare la situazione.

Un’altra prova dal cielo ha colpito nuovamente l’Alta Valsassina, dopo i danni causati dal maltempo negli scorsi mesi. Ieri, martedì 6 agosto, un’altra bomba d’acqua ha devastato la Valsassina e in particolare l’abitato di Casargo.

Un’altra bomba d’acqua dal cielo

Un fiume di fango è sceso dal fianco della montagna in particolare in località Codesino. Le forti piogge hanno causato l’esondazione di un torrente, con il fiume di fango e detriti che si è riservato in strada, finendo sui veicoli parcheggiati. Drammatica fin da subito la situazione in Alta Valsassina, colpita nuovamente dal maltempo e da una madre natura tiranna. Fortunatamente però nessuna persona è rimasta ferita nella frana

Tantissime le persone sfollate

Dai primi riscontri sono 80 le persone sfollata da Casargo in seguito alla grossa frana che ha colpito l’Alta Valsassina ieri sera, martedì 6 agosto, poco dopo le 19.30. Tra tutti gli sfollati ben 70 hanno trovato alloggio alla scuola alberghiera CPFA di Casargo; mentre due anziani, in villeggiatura in paese, sono rientrati a Sorico con i parenti. Anche sette persone che avrebbero dovuto trascorrere la notte a Margno, sono rientrate a Milano con i propri mezzi. Infine una persona colpita da malore lungo la Sp 67 ha rifiutato il ricovero in ospedale. Lo stato di maxi emergenza è stato chiuso alle 23.35, ma tecnici e volontari sono ancora al lavoro per ripristinare le normali condizioni

Clicca e scorri per vedere tutte le foto (Foto Bennati)

Cimitero devastato

Le immagini degli ingenti danni al cimitero:

Clicca e scorri per vedere tutte le foto (Foto Bennati)

Trenta tecnici operativi tutta notte

Trenta i tecnici operativi per tutta la notte, insieme con Vigili del fuoco e autorità, per fare fronte all’emergenza straordinaria. Il Soccorso alpino, stazione di Valsassina e Valvarrone, è impegnato da ieri sera nelle operazioni di protezione civile, in seguito alla caduta di una frana che ha travolto un parcheggio a Casargo. Le squadre sono ancora sul posto a presidio di persone, case e strade, nell’attesa che la situazione torni alla normalità. Le verifiche hanno permesso di escludere la presenza di persone sotto la massa di pietre e fango.

Clicca e scorri per tutte le foto (Foto Cnsas Lombardo)