Frazione di Arcellasco senza corrente elettrica questa mattina. Tanti i disagi registrati a seguito di una serie di guasti alle cabine Enel. Un vero e proprio effetto domino: i vigili del fuoco sono intervenuti in via San Francesco e in via Pian dei Resinelli per due cabine guaste.

Cabine elettriche in tilt

I guasti sono parecchi ed Enel, già allertata, si sta mobilitando per riparare i danni. Molti però i disagi registrati nell’intera frazione e in alcune zone di Ponte Lambro. I Vigili del fuoco sono intervenuti a Ponte Lambro, in via Mazzini, per liberare un uomo rimasto bloccato in ascensore proprio a causa della mancanza di corrente elettrica.

Il commento del consigliere Giorgio Zappa

“La rete elettrica è bloccata. Vi comunico che alle ore 10.23 ho provveduto a inoltrare una segnalazione ad Enel per il disservizio alla rete elettrica che coinvolge 6000 utenze della zona di Arcellasco – ha scritto su Facebook il consigliere Giorgio Zappa, che risiede proprio nella frazione – Attendo comunicazioni per la risoluzione del guasto!”.

Leggi anche:  Premi di studio Zampese: per i giovani studenti più di 174 mila euro VIDEO

Il consigliere ha poi aggiornato i propri concittadini pochi minuti fa: “Il guasto alla rete elettrica è particolarmente grave! L’ultimo aggiornamento ricevuto da ENEL pochi minuti fa prevede come orario di risoluzione del guasto le 14 odierne. Per ricevere aggiornamenti in tempo reale condivido il codice rintracciabilita della segnalazione che ho inoltrato e già sollecitato. Chiamando il Numero del Servizio Enel: 803 500 e inserendo il codice rintracciabilita (143320193) potete rimanere aggiornati sul guasto”.

Nel pomeriggio ancora disagi

I disagi nella frazione di Erba sono proseguiti anche nel pomeriggio. “Le ultime comunicazioni avvenute con Enel danno il grave guasto in via di riparazione – ha riferito Giorgio Zappa – I tecnici stanno completando la posa dei gruppi elettrogeni che alimenteranno nuovamente gran parte delle utenze che da ore sono senza corrente elettrica. Entro le prossime ore, indicativamente per le 20 la situazione dovrebbe ritornare alla normalità”.