Fumano in treno e aggrediscono il controllore. Ennesimo episodio di violenza sui treni dopo quello che aveva visto protagonista un cabiatese.

Fumano in treno e aggrediscono il controllore

Tutto è successo ieri sera sul convoglio 1670 lungo la Erba-Milano, a riportarlo è Corriere.it. Quattro ragazzi hanno attaccato un controllore che aveva la “colpa” di averli improverati perché tenevano aperte le porte del treno a Lambrugo per fumare. Per questo ha ricevuto un pugno in faccia ed è finito all’ospedale di Erba.

Come si ferma la violenza?

Mettere un freno all’ondata di violenza sembra ormai essere una necessità.L’assessore regionale alla Sicurezza, Riccardo De Corato nei giorni scorsi era stato chiaro: “Assalti da Far West, usiamo i militari”. Intanto si inizia ad utilizzare la tecnologia. A dicembre Ferrovienord ha firmato un accordo con il Politecnico di Milano per creare una piattaforma che coordini telecamere digitali. Intanto tra ottobre e dicembre 2017 a Cadorna è arrivata una videocamera per registrare il passaggio delle persone, un sensore per rilevare temperature e quindi eventuali incendi. Per quanto riguarda le carrozze ci sarà il bodycam. Gli occhi elettronici saranno posizionati sulle divise di capitreno e addetti alla security che le accenderanno al bisogno. Si attende solo l’ok del garante della privacy.

Leggi anche:  A tutta birra: week-end di musica, birra e divertimento a Rogeno

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU