Situazione critica per quanto riguarda gli incendi boschivi sia nella Provincia di Como che in altre Province della Lombardia.

Incendi boschivi: situazione critica nel Comasco

A Gera Lario, in località Berlinghiera da inizio incendio ad oggi è stimata una superficie andata a fuoco di 600 ettari, dei quali 360 di bosco ceduo e 240 di bosco di conifere. Nella mattinata odierna sono intervenute 13 unità antincendio boschivo e 6 squadre di volontari dei Vigili del fuoco. Sempre in provincia di Como, a Valbrona, in località Monte Megna la superficie stimata percorsa dal fuoco ad oggi è di 15 ettari di bosco ceduo.

Tra Lecco e Varese

In Località Campo dei Fiori, provincia di Varese, da inizio incendio ad oggi la superficie stimata percorsa dal fuoco è di 222 ettari di bosco ceduo. L’incendio risulta ancora attivo e il personale all’opera è costituito da 40 persone che fanno parte delle squadre AIB (antincendio boschivo) e 20 di Vigili del fuoco volontari.  A Sueglio, provincia di Lecco, in Loc. Loco Penano, sono stati interessati dal fuoco 10 ettari di bosco ceduo. L’incendio è in bonifica con l’impiego di 2 squadre anticendio boschivo e 2 di vigili del fuoco.

Leggi anche:  Maxi mobilitazione per un incendio in ditta: una decina di intossicati, quattro in ospedale FOTO

Codice arancione

La Sala operativa della protezione civile Regione Lombardia ha confermato il livello di moderata criticità (codice arancione) per rischio incendio boschivo nelle aree di: Val Chiavenna, Alpi Centrali, Alta Valtellina (per la provincia di Sondrio), Verbano (per la provincia di Varese), Lario (Como, Lecco) e Area Pedemontana Occidentale (Varese, Como, Lecco); Brembo, Alto Serio-Scalve, Basso Serio-Sebino (Bergamo), Mella-Chiese, Garda, Valcamonica (Brescia)e Oltrepò Pavese.

Vigili del fuoco ancora al lavoro

Stanno attualmente operando su tre incendi (Varese – Loc. Campo dei Fiori, Como – Gera Lario e Como – Valbrona) 11 elicotteri, 5 dei quali sono regionali.  “La situazione rimane critica – ha affermato l’assessore al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni – a causa di condizioni meteo che sinora hanno impedito di portare completamente al termine le bonifiche. Sono ancora al lavoro le squadre antincendio e i mezzi di soccorso. Il mio ringraziamento va al prezioso lavoro dei volontari e del personale che opera da ore in condizioni avverse e mettendo a rischio la propria incolumità”.