Lancio di sassi, scontri, tafferugli e persino l’assalto al pullman dei tifosi ospiti. Un brutto pomeriggio dentro e fuori dal PalaBancoDesio, che ha  “macchiato” l’evento sportivo. I tifosi del Cantù e quelli bolognesi si sono affrontati, prima della sfida tra Acqua San Bernardo e Segafredo. Solo il pronto intervento dei carabinieri ha permesso di raffreddare gli animi ed evitare che la situazione degenerasse e si registrassero dei feriti. Nella conta dei danni, alla fine c’è uno dei pullman della Virtus Bologna preso a sassate.

Tafferugli tra tifoserie prima della partita: la ricostruzione

Attimi di paura intorno alle 17 di domenica 10 marzo al palazzetto, con i tifosi che avevano raggiunto l’impianto per seguire la partita che hanno temuto il peggio.

Secondo la ricostruzione, il primo dei pullman dei tifosi bolognesi ha raggiunto largo Atleti Azzurri d’Italia verso le 16.15. In tutto un’ottantina di tifosi, il cui arrivo, a quanto pare, non era stato comunicato. All’interno del palazzetto i sostenitori del Cantù erano già sistemati nel settore a loro riservato. E già qui ci sarebbe stato un primo tentativo di scontro, bloccato dalle forze dell’ordine sul nascere.

Leggi anche:  Auto in contromano provoca un frontale a Villa Guardia VIDEO e FOTO

Poi una nuova carica all’arrivo del secondo pullman e, secondo le testimonianze, l’assalto dei tifosi canturini con lanci di sassi in direzione del mezzo e alcuni vetri in frantumi.

Una situazione già complicata, diventata ancora più tesa quando l’autista del pullman ha aperto le porte e i tifosi del Bologna sono scesi dal mezzo.

Tutti i dettagli della vicenda sul Giornale di Desio in edicola da domani, martedì 12 marzo.