Dopo il boom di casi registrati nel Bresciano, il decesso di un 82enne di Lecco e il caso ad Abbiategrasso, emergono due episodi di legionella nella Brianza monzese. A riportarlo è Giornaledimonza.it

Il più grave è il paziente di Cesano Maderno

All’ospedale di Desio sono ricoverati, in condizioni considerate serie, due pensionati. Il primo, un 89enne di Desio, si è presentato al Pronto soccorso con difficoltà respiratorie. Gli esami hanno quindi accertato che si trattasse di polmonite da legionella. Il paziente è in condizioni cliniche stabili e sta rispondendo bene alle cure. Il caso più grave riguarda invece un 78enne di Cesano Maderno, ricoverato da giovedì nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata. Entrambi gli anziani ricoverati soffrivano già di altre patologie.

Al momento sono esclusi collegamenti con i casi di Brescia

Al momento non è possibile stabilire se vi siano legami con l’anomalo numero di casi esplosi nel Bresciano. Sull’argomento si è espresso in settimana l’assessore regionale alla Sanità Giulio Gallera, che sta seguendo da vicino la vicenda. Parlando del decesso dell’82enne di Lecco morto la scorsa settimana all’ospedale di Desio per legionella, Gallera ha comunque escluso collegamenti con i casi del Bresciano.