Mercoledì sera, 14 agosto, un uomo ha minacciato una famiglia che si trovava sulla passeggiata verso Villa Olmo. Richiesto tempestivamente l’intervento delle forze dell’ordine, il malvivente è stato fermato.

Minaccia con un coltello una famiglia alla passeggiata di Villa Olmo

L’accusa è di minaccia a mano armata e resistenza e violenza a pubblico ufficiale. L’episodio risale a mercoledì sera, alle 19.40, quando
due volanti della Questura sono intervenute sulla passeggiata di Villa Olmo a Como. Arrivati in posto gli agenti hanno parlato con l’uomo che aveva effettuato la chiamato: poco prima un malvivente, tenendo in mano un coltello, lo aveva minacciato di andare via in quanto infastidito della presenza della sua famiglia. L’aggressore era ancora in zona e l’uomo lo ha indicato agli agenti.

Il personale si è avvicinato all’autore del reato ma si è rifiutato di mostrare il contenuto delle tasche e di fornire un documento o le proprie generalità. Perquisito, nella tasca destra dei pantaloni aveva un coltello da cucina, poi sottoposto a sequestro penale. La persona è stata accompagnata in Questura, dove si è rifiutato di sottoporsi ai rilievi fotodattiloscopici, iniziando a spintonare gli operanti per poi colpirli con calci.

Leggi anche:  Incidente in Statale 36: code in direzione sud

Il soggetto è stato identificato per Aleksandar Bojic, nato 42enne nato in Serbia, in Italia senza fissa dimora, sprovvisto di alcun tipo di documento identificativo, con precedenti per furto. E’ stato quindi arrestato per i reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e per il
reato di minacce gravi. Questa mattina, all’esito del giudizio direttissimo, l’arresto è stato convalidato in attesa dell’udienza di merito che si terrà il prossimo 22 agosto.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU