Entra nel locale, beve una birra, trascorre del tempo alle slot machine poi rapina la sala slot “Piper” di Como.

Rapina la sala slot “Piper” ma la Polizia lo ferma

Intorno alle 23 di ieri sera, 20 aprile, un giovane è entrato alla sala slot “Piper” in via Pasquale Paoli a Como. Secondo quanto riferito dalla vittima che ha subito e denunciato la rapina, il ragazzo ha bevuto una birra al bancone, si è intrattenuto per un paio di ore nella saletta dedicata alle slot machine. Poi uscito dalla zona dedicata alle macchinette, nel riavvicinarsi al bancone ha detto alcune parole al dipendente di turno che però non ha capito.

A quel punto l’uomo si è fatto minaccio e ha ripetuto la richiesta di denaro, inserendo una mano nella tasca del giubbotto e simulando di
possedere al suo interno una pistola. Con quel gesto ha convinto il dipendente a farsi consegnare l’incasso di 640 euro. Quindi il rapinatore si è allontanato in direzione della birreria “Wiener Haus”, poco distante.

Leggi anche:  Ubriaco col suv travolge e uccide due ragazzi in moto in Tangenziale Nord

Quindi la sala operativa della Questura di Como, intorno all’1 di notte, ha ricevuto la segnalazione della rapina e ha inviato sul posto una pattuglia della Polizia di Stato. La Squadra Voltante ha quindi visionato le immagini del sistema di videosorveglianza riuscendo ad acquisire una precisa descrizione dell’autore e si sono messi alla sua ricerca.

Il presunto responsabile è stato rintracciato sempre in via Pasquale Paoli. A seguito di un controllo, è stato trovato in possesso della somma contante della rapina. L’uomo, un 35enne italiano residente a Como e già noto per reati contro il patrimonio alle forze dell’ordine, è stato condotto in Questura per i rituali accertamenti ed in seguito accompagnato alla Casa Circondariale di Como a disposizione dell’autorità giudiziaria.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU