Nel pomeriggio di ieri, venerdì 27 settembre 2019, è stato effettuato un servizio straordinario di prevenzione e contrasto del fenomeno dello spaccio nelle aree boschive in particolare di Guanzate.

Retata nei boschi della droga tra Guanzate e Cirimido

Le Forze dell’ordine, insieme alla Polizia locale, un elicottero e un’unità cinofila, hanno passato al setaccio tutti i sentieri dell’area boschiva. Trovati 1250 grammi di marijuana nascosti tra i teli di plastica e l’immondizia varia. Controlli anche nell’area verde tra Guanzate e Cirimido dove sono state tratte in arresto due persone: M.L., italiano classe 1985, accusato di spaccio e E. N., marocchino classe 1973, irregolare sul territorio che è stato inoltre trovato in possesso di una pistola, provento di un furto in abitazione. Altre due persone sono state deferite in stato di libertà. In totale sono stati trovati: 886 grammi di hashish, 54 grammi di cocaina, 188 grammi di eroina, 1327 grammi di marijuana e 1560 euro in contanti oltre che numerosi cellulari.

Rimossi i giacigli

Controllati anche cinque clienti trovati in possesso di sostanze stupefacenti ad uso personale. Sono stati segnalati all’autorità amministrativa. I Comuni interessati hanno poi rimossi i giacigli, tende e nascondigli usati dai pusher.