Si fa fare una ricarica di 740 euro su carta postepay da una tabaccaia e le salda solo 240 euro, poi si dilegua con la scusa di un prelievo. I carabinieri della Stazione di Gropello Cairoli, in provincia di Pavia, hanno denunciato in stato di libertà per insolvenza fraudolenta un 51enne residente a Carugo, con numerosi precedenti  penali, tra cui truffe.

La ricarica sulla carta Postepay

Come riporta GiornalediPavia.it, a conclusione delle indagini seguite a una denuncia presentata nel marzo scorso da una 28enne, residente a Gropello Cairoli, i militari hanno raccolto inconfutabili elementi di colpevolezza nei confronti dell’uomo.

I carabinieri hanno accertato che il 51enne, presso un’edicola del posto, dopo aver effettuato una ricarica su carta Postepay per un importo di 740 euro, ha consegnato solo una parziale somma di denaro contante corrispondente a 240 euro, garantendo alla donna il successivo saldo di 500 euro, una volta prelevato tale somma da uno sportello bancomat. L’uomo però non si è più presentato facendo di fatto perdere le proprie tracce. Ma sfortunatamente per lui è stato rintracciato e denunciato.

Leggi anche:  Fermati due truffatori sulla A9: stavano imbrogliando uno svizzero con il trucco dello specchietto rotto

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU