Rissa a Cantù. Uno dei due uomini coinvolti in via Matteotti però è stato arrestato perché era ricercato per una rapina ai danni di una donna a Vercelli.

Rissa a Cantù in via Matteotti ieri sera

Intorno alle 20 di ieri, venerdì 3 agosto, i Carabinieri della Stazione di Cantù, coadiuvati dai colleghi dell’Aliquota Radiomobile, impegnati proprio nei servizi presentivi in occasione della movida canturina del fine settimana, sono immediatamente intervenuti, su richiesta
di alcuni cittadini, sulla centrale via Matteotti. E’ stato infatti segnalato un violento litigio tra due uomini.

Giunti sul posto, i militari hanno subito bloccato ed immobilizzato i contendenti, uno dei quali presentava una vistosa ferita al volto. Mentre il ferito, 38 anni, è stato fatto subito trasportare all’ospedale di Cantù, il secondo uomo coinvolto nella lite è stato condotto in caserma. I Carabinieri, contestualmente, hanno identificato alcuni testimoni e li hanno ascoltati per ricostruire i fatti. Al termine degli accertamenti, l’uomo condotto in caserma è risultato essere l’autore del ferimento, commesso con un coccio di bottiglia. E’ stato quindi stato denunciato alla Procura della Repubblica di Como per i reati di lesioni personali aggravate e porto di oggetto atto ad
offendere.

Ricercato per una rapina a Vercelli

L’arrestato, M.V.A.J. , 27 anni originario della Repubblica Dominicana ma cittadino italiano residente a Saronno, di fatto senza fissa dimora e con precedenti penali, è stato però arrestato. Gli accertamenti sulla sua identità infatti hanno evidenziato che era ricercato. Era colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Vercelli per il reato di rapina aggravata, danneggiamento e porto illegale di coltello. Tutti reati commessi a Vercelli il 23 aprile scorso, nei confronti di una donna. Per questo motivo è stato accompagnato alla Casa Circondariale di Como – Bassone.

Leggi anche:  Incendio a Caccivio, prende fuoco una canna fumaria

Nel frattempo sono ancora in corso più approfonditi accertamenti per verificare l’esatta dinamica dei fatti e, al riguardo, i Carabinieri non escludono altri risvolti. Questa mattina infatti, all’interno di un cortile chiuso di via Matteotti, è stato rinvenuto un coltello da cucina, verosimilmente utilizzato da uno dei due soggetti nel corso del litigio.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU