Mano pesante della Questura di Como per prevenire i fatti illeciti in materia di giochi e scommesse. Deferite all’autorità giudiziaria tre persone, una delle quali aveva gestito un punto di scommesse clandestine.

Sale da gioco irregolari e scommesse clandestine tra Canturino e Olgiatese

La divisione di Polizia amministrativa e sociale della Questura di como, durante una serie di controlli disposti, dal febbraio del 2019 ha deferito all’autorità giudiziaria tre gestori di sale giochi e scommesse. Una di queste persone è stata deferita per aver gestito un punto di scommesse del tutto clandestino, gli altri per reati connessi con la gestione dei locali pubblici. Sono state inoltre revocati su ordine del Questore una licenza per l’esercizio delle videolottery e sospeso tre licenze per l’attività  di raccolta scommesse e videolottery per gravi irregolarità nella gestione ed il mancato rispetto delle limitazioni degli orari di esercizio dell’attività.

Oltre 8mila euro di multe

I locali “incriminati” si trovano nell’Olgiatese e nella Brianza Canturina. Sono state elevate sanzioni amministrative per 8mila e 948 euro. Questa attività che verrà ripetuta nei prossimi mesi, rientra nel piano strategico di verificare il rispetto delle leggi che disciplinano i giochi leciti a tutela dei cittadini consumatori.