Uno sciatore è morto a seguito di un azzardato fuori pista in località Plachera, a Santa Caterina Valfurva (Sondrio).

Lontano dalle piste ordinarie

Dalle prime informazioni ricevute, lo sportivo stava effettuando un fuori pista lontano dalle piste ordinarie con lo snowboard ma è caduto mentre affrontava un avvallamento nella neve fresca. Nel cadere è rimasto imprigionato sotto la coltre nevosa. Con lui era presente un altro snowboarder che ha lanciato l’allarme. Nella zona è caduto quasi un metro e mezzo di neve e le operazioni di recupero sono risultate particolarmente complicate viste le condizioni del terreno. L’uomo, un 43enne di Varese, è morto dopo il trasporto in ospedale. Ancora da chiarire le cause del decesso.

Soccorsi a Santa Caterina Valfurva

L’elisoccorso è partito da Sondrio poco prima delle 10 di oggi, 3 febbraio 2019, orario in cui è arrivata la chiamata al numero d’emergenza. Sul posto prima dell’elicottero sono arrivati gli uomini del soccorso su sci e il Soccorso Alpino oltre che un’ambulanza. Le condizioni della persona coinvolta sono apparse subito gravi. Da quanto trapelato, l’uomo sarebbe rimasto sotto la neve per diverso tempo. Dopo essere stato recuperato lo sciatore è stato trasportato d’urgenza al Morelli. Dopo il ricovero però sarebbe morto a seguito dell’incidente.

Leggi anche:  Giro di tangenti a Como Currò: "Minata la fiducia tra contribuenti e Agenzia"

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU