Scontro tra treni, emergenza a Inverigo.

Scontro tra treni, maxi emergenza a Inverigo

Scontro tra due treni a Inverigo sulla rete FNM: è successo intorno alle 18.30 di oggi, giovedì 28 marzo, alla stazione ferroviaria di Inverigo. Secondo quanto è stato possibile apprendere due convogli sullo stesso binario si sarebbero schiantati a bassa velocità presso la stazione ferroviaria. Sul posto si sono già portati i soccorsi del Lariosoccorso di Erba, Croce Bianca di Besana Brianza, Soccorso Seregno, Croce Rossa di Cantù, l’elisoccorso da Milano. Insieme a loro anche i Vigili del Fuoco, i Carabinieri di Cantù e la Polizia ferroviaria di Como. Nessuno dei feriti è in condizioni preoccupanti.

Ad un’ora dall’incidente ferroviario (18.39) sono stati soccorse 6 persone in codice giallo trasportate negli ospedali di Cantù, Erba, S. Anna e Lecco. Circa 50 invece i codici verdi in corso di valutazione.

La ricostruzione dell’incidente

Due treni pendolari, che viaggiavano a bassa velocità sullo stesso binario, si sono scontrati. Tra i feriti anche il macchinista. A quanto sembra da una prima ricostruzione, uno dei due convogli, uscendo dalla stazione di Inverigo, non avrebbe rispettato il segnale di stop per motivi che saranno da accertare. Il macchinista avrebbe poi frenato, ma senza riuscire a impedire lo scontro con il treno che sopraggiungeva dalla direzione opposta.

“Chiusa la maxi emergenza”

La testimonianza del soccorritore Carletto Genovese intorno alle 20 di questa sera.

“Sette persone sono state portate negli ospedali della zona. Per le altre persone coinvolte invece non c’è stato bisogno di un intervento sanitario”.

Leggi anche:  Cade dalla bici a Rovello, misintese di 52 anni in coma

L’assessore: “Scontro causato da un errore umano”

Parla l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi.

“Sto costantemente monitorando l’evolversi dei fatti di Inverigo tenendo informato il presidente Attilio Fontana. Il primo pensiero è per le persone rimaste ferite nell’incidente ferroviario: per fortuna non ci risultano feriti gravi. A loro va tutta la nostra vicinanza. Abbiamo immediatamente chiesto ai responsabili del servizio di fornire tempestivamente una relazione puntuale su quanto accaduto stasera. Ci riserviamo di fare le valutazioni del caso non appena avremo tutti gli elementi a disposizione. Secondo le prime informazioni, però, lo scontro sarebbe stato causato da un errore umano, da un macchinista partito con il rosso. Un grande ringraziamento ai soccorritori, alle Forze dell’ordine e alla Protezione civile per la consueta tempestività ed efficienza. Ci aspettiamo che si intervenga per limitare al massimo i disagi per gli utenti in attesa della riattivazione della linea”.

Nel frattempo la circolazione sulla linea Milano-Asso tra Arosio e Merone resta sospesa. Sulla tratta sono attivi bus sostitutivi.