Un cadavere a Como, nei boschi di Tavernola, vicini all’Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana dove ha sede un centro migranti. A lanciare l’allarme questa mattina un passante.

Cadavere a Como: l’allarme nei boschi di Tavernola

Intorno alle 10 di questa mattina, giovedì 11 ottobre, un passante che si trovava nei boschi di Tavernola, in zona via Conciliazione, ha lanciato l’allarme. In quell’area verde aveva infatti visto il corpo di un uomo. Immediatamente sono arrivate sul posto un’ambulanza della Cri di Cernobbio e un’auto medica. I soccorritori però nulla hanno potuto perché quel corpo era senza vita da tempo. Così è stata allertata la Questura di Como e sul caso sta lavorando la Squadra mobile.

Da quanto è stato possibile apprendere finora il cadavere dell’uomo è in avanzato stato di decomposizione: indicativamente il soggetto potrebbe essere morto tra le due e le tre settimane fa ma dati più certi si potranno avere solamente dopo che il medico legale avrà effettuato l’autopsia. Difficile per il momento per gli inquirenti anche stabilire di chi si tratti: sul corpo infatti non c’erano documenti. Quel che è certo è che si tratta di un uomo, probabilmente giovane, di colore. Tutte le ipotesi, dall’incidente all’omicidio fino ad un gesto estremo, sono al vaglio degli inquirenti.

Leggi anche:  Bambina colpita da meningite in Brianza

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU