È proseguita anche nella settimana appena conclusasi, l’attività straordinaria di controllo del territorio, avviata dal Prefetto Ignazio Coccia fin dallo scorso mese di novembre, allo scopo di prevenire e contrastare con maggiore incisività i principali fenomeni criminosi che suscitano apprensioni nella popolazione residente, con particolare riferimento ai reati predatori, ai furti in abitazione e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

I controlli effettuati in provincia dal 2 all’8 marzo

Analogamente alle settimane precedenti, anche nel periodo 2-8 marzo, i servizi – effettuati con la collaborazione di tutte le Forze di Polizia – si sono avvalsi dell’impiego di unità di rinforzo del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, della Compagnia di Intervento Operativo dell’Arma dei Carabinieri e del Reparto Pronto Impiego ed Antiterrorismo della Guardia di Finanza, unitamente alle sue unità cinofile, nonché del concorso di personale della Polizia Stradale e delle Polizie Locali interessate.
Dal punto di vista dell’estensione territoriale, i servizi  hanno interessato i territori di Erba, Cantù, Olgiate Comasco, Locate Varesino, Carbonate, Mozzate, Turate, Rovellasca, Rovello Porro, Colverde, Faloppio, Ronago, Solbiate, Valmorea, Senna Comasco, Fino Mornasco, Luisago, Cassina Rizzardi, Villaguardia, Lurate Caccivio, Bulgarograsso, Appiano Gentile, Figino Serenza, Carimate, Vertemate con Minoprio, Cadorago, Lomazzo, Cirimido, Lurago Marinone, Orsenigo, Anzano del Parco, Monguzzo e Lambrugo. I servizi sono stati di pattugliamento delle principali arterie di collegamento e delle aree maggiormente interessate dalle fenomenologie criminali, per mezzo di controlli a veicoli in transito e a esercizi pubblici, in modo da assicurare un monitoraggio il più possibile diffuso.
Particolare attenzione è stata rivolta, come di consueto, al fenomeno della prostituzione e al controllo di cittadini stranieri irregolari sul territorio.

Ecco i risultati del maxi controllo

Complessivamente, a fronte di 77 pattuglie impegnate per un totale di 186 operatori, sono stati conseguiti i seguenti risultati: 50 posti di controllo effettuati; 334 veicoli controllati; 6 veicoli sequestrati o sottoposti a fermo amministrativo; 18 contravvenzioni al Codice della Strada elevate; 695 persone identificate di cui 28 cittadini extracomunitari.
Due le persone arrestate  (in esecuzione di provvedimenti emessi, a vario titolo, dall’A.G.) mentre sono stati 6 gli esercizi pubblici, con identificazione di 27 avventori.
Infine sono stati 20 i provvedimenti di espulsione adottati, di cui 2 mediante accompagnamento al C.P.R. e 18 con ordine di abbandonare il territorio dello Stato ex art. 14, comma 5 bis del D. Lgs. 25.07.1998 n. 286.