Campo Sinti Gallarate, avviato lo sgombero già annunciato settimana scorsa dal Ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Campo Sinti Gallarate: lo sgombero

L’annuncio lo aveva dato circa dieci giorni fa via Twitter il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Così ieri, martedì 27 novembre, sono iniziate le operazioni di sgombero. In atto anche una trattativa per far spostare le 24 famiglie sinti che abitano nel campo: mille euro a famiglia (una tantum) e la possibilità di un alloggio temporaneo in tenda riscaldata per le famiglie con anziani o bimbi e 500 euro come rimborso delle spese di trasferimento delle case mobili. Ma quasi nessuno, finora, avrebbe accettato.

La giornata di ieri

Sul posto, ieri mattina sono arrivati i mezzi del Comune e gli agenti della Polizia Locale. Dopo una prima ora passata piuttosto tesa, verso le 11 una famiglia ha iniziato a trasferire la propria casa mobile.

Le vere e proprie operazioni di sgombero sono iniziate però solo verso le 15 quando sono state realmente spostate le prime case mobili: una trasferita a Pavia e una portata all’esterno del campo e destinata in Piemonte. Una roulotte invece è stata rimossa dalla Polizia Locale. Due roulotte non sono state spostate, in quanto non vi è chiarezza su dove possano essere portate.

Leggi anche:  Arrestato a Como: è accusato di aver ucciso la compagna in Francia

Oggi riprese le operazioni

Dopo una prima giornata di sgombero svoltasi senza alcun disordine, solo qualche momento di tensione causato dal nervosismo, nella mattina di oggi, le operazioni sono riprese. Impegnati sul campo decine di uomini della Polizia Locale e delle forze dell’ordine.