Spaccio nei boschi di Villa Guardia: la testimonianza di un escursionista imbattutosi in un gruppo di spacciatori.

Spaccio, mercato della droga a due passi dalla strada

Ponte delle streghe e Pian Meraccio, zone in territorio di Villa Guardia, trasformate in aree di commercio di droga. Viverci, ma anche solo passeggiare, fa paura. Lo racconta un escursionista, portando all’attenzione l’episodio accaduto giovedì 2 maggio. Raffaele Corti, 42 anni, affiancato dal proprio cane, ha imboccato la strada sterrata che entra nel bosco prima del Ponte delle streghe. Una passeggiata in un pomeriggio di sole. Ha percorso circa 150 metri, poi si è trovato di fronte quattro uomini. Uno di questi gli ha mostrato un coltello: chiaro segnale per allontanare l’escursionista.

La testimonianza

«Erano seduti attorno a un tavolino basso, stavano armeggiando e parlavano, non in italiano – racconta il 42enne – Quando ho fatto qualche passo in più si sono accorti del mio arrivo, mi hanno guardato e il primo, che aveva un coltello in mano, si è girato verso di me mostrandomelo”. A quel punto, Corti ha affrettato il passo e se ne è andato. Il fenomeno dello spaccio nei boschi allarma sempre più i cittadini. Ne sono consapevoli anche i candidati sindaco di Villa Guardia che, proprio nelle ultime settimane, dalle colonne del Giornale di Olgiate, sollecitati a domande sull’argomento, hanno espresso la volontà di garantire massima attenzione al problema, collaborando con le Forze dell’ordine.