Tutto pronto per il Gran Paradiso Film Festival, l’importante evento culturale che nella splendida cornice del Parco nazionale punta l’attenzione su natura e ambiente. Novità di quest’anno è la collaborazione con Netweek: il nostro gruppo editoriale è infatti media partner ufficiale della manifestazione.

Gran Paradiso Film Festival

Giovedì 27 giugno, ad Aosta nel Palazzo regionale, è stata presentata la 22ª edizione del Festival e la sua programmazione, articolata in 15 giornate di eventi. Il filo conduttore di quest’anno sarà il tema “Realtà e Sogno”, scelto dal consiglio di indirizzo composto da Fabio FazioLuciano Violante e dal direttore artistico Luisa Vuillermoz.

La manifestazione prenderà il via lunedì 15 luglio a Cogne con un “Preludio” alla presenza del principe Alberto II di Monaco. Il Reale monegasco è fortemente impegnato a livello internazionale su temi di conservazione della biodiversità, efficienza energetica, lotta contro la deforestazione e studio dei cambiamenti climatici. Scelto quale personaggio simbolo della 22° edizione, il Principe porterà al pubblico del Festival un messaggio di cui ha rilasciato un’anticipazione: «Il Gran Paradiso Film Festival è fonte d’ispirazione, in quanto ci lascia intravedere la possibile armonia con la Natura trasmettendoci il desiderio che il prezioso rispetto dell’uomo per il pianeta diventi, infine, realtà».

La cerimonia inaugurale si terrà invece lunedì 22 luglio e il Festival proseguirà poi per tutta la settimana a Cogne e ad agosto negli altri Comuni valdostani del Gran Paradiso, articolandosi nelle sezioni del Concorso Internazionale, del CortoNatura, di Aria di Festival e del De Rerum Natura. Quest’ultimo ciclo di incontri toccherà temi di scienza, arte, attualità, economia, spettacolo, montagna e natura esprimendo la multidisciplinarietà che contraddistingue il Festival e vedrà protagoniste personalità di spicco a livello nazionale e internazionale. Nel mese di agosto l’Aria di Festival si espanderà nelle valli del Gran Paradiso proponendo al pubblico eventi en plain air alla scoperta del territorio e della sua identità, con la possibilità di vivere in prima persona esperienze uniche.

Saranno naturalmente i film in concorso i veri protagonisti: 10 di questi, selezionati tra 135 concorrenti e provenienti da 27 Paesi e 5 continenti, si contenderanno i premi della giuria tecnica e il Trofeo Stambecco d’Oro, assegnato dalla giuria del pubblico.

L’assessore del Turismo, Sport, Commercio, Agricoltura e Beni culturali della Valle d’Aosta, Laurent Viérin, ha dichiarato che «il festival rappresenta, infatti, un po’ l’essenza della Valle d’Aosta: natura, cultura, ambiente, unicità e tipicità di una regione alpina. E’ un evento di grandissimo richiamo nel panorama del documentarismo naturalistico-ambientale e il tema di questa 22ª edizione, “Realtà e Sogno”, ben si addice al nostro territorio».

«Partendo dal tema del Gran Paradiso Film Festival di quest’anno, “Realtà e Sogno” – ha spiegato l’assessore valdostano all’Ambiente, Risorse naturali e Corpo forestale, Albert Chatrian – mi vengono in mente gli ambiti in cui opera la Fondation Grand Paradis, in particolare quelli che valorizzano le peculiarità naturalistiche e culturali del versante valdostano del Parco Nazionale. Quando parliamo di sogni è doveroso ricordare quelli espressi dai ragazzi del fridayforfuture, sogni e speranze che noi amministratori abbiamo il dovere di trasformare in realtà». Per il direttore di Fondation Grand Paradis e direttore artistico del Festival, Luisa Vuillermoz, «abbiamo voluto scegliere un tema che aiuti a ritrovare la capacità di sognare, perché ogni cosa viene sempre creata due volte, prima dalla mente, poi nella realtà e in una società che ha perso l’abitudine a sognare risulta più facile desiderare solo ciò che e possibile».

Al 22° Gran Paradiso Film Festival c’è anche Netweek

Come anticipato, il Gran Paradiso Film Festival ha siglato un accordo di collaborazione con Netweek. Le testate del nostro gruppo editoriale e i due media valdostani “La Vallée Notizie” e “aostasera.it” saranno gli official media partner in esclusiva della 22ª edizione.

«Dopo il successo della partnership con la Coppa del Mondo di Cogne – ha affermato il direttore commerciale per la Valle d’Aosta Michel Henry – siamo nuovamente attivi e presenti sul territorio valdostano e orgogliosi di annunciare questa nuova collaborazione. Il Gran Paradiso Film Festival sta raggiungendo risultati di assoluto prestigio a livello internazionale e vista la programmazione e gli ospiti di questa edizione, non potevamo certo farci sfuggire questa opportunità, proseguendo nel nostro progetto di dare un forte contributo alle iniziative locali. Metteremo a disposizione le nostre 64 edizioni cartacee e i nostri 38 quotidiani online presenti sul territorio nazionale, oltre a tutti i nostri canali social, per dare massima visibilità alla manifestazione. Sarà anche per noi un’importante vetrina e parteciperemo attivamente all’evento con diverse iniziative». «Il Gran Paradiso Film Festival è un evento culturale glocal, fortemente ancorato al territorio valdostano, ma al contempo con una forte apertura internazionale. Per consolidarne la conoscenza capillare in tutto il Nord Italia – ha confermato Luisa Vuillermoz – riteniamo strategica la partnership con il Gruppo Netweek». «È risultato naturale sposare questo progetto avendo individuato molte affinità tra Netweek e la Fondation Grand Paradis – ha commentato il responsabile Marketing di Netweek, Fabio Tucci – Prima fra tutte l’attenzione al territorio e la valorizzazione dei suoi protagonisti, oltre alla crescita costante degli ultimi anni in un’ottica glocal, volta sempre e comunque al rispetto della propria identità locale».

Il programma completo del Gran Paradiso Film Festival può essere consultato sul sito ufficiale della manifestazione: www.gpff.it.

Leggi anche:  Turismo sul Lago: in arrivo 1 milione e 200mila euro da Regione Lombardia
Il direttore commerciale Netweek per la Valle d’Aosta Michel Henry, la direttrice di Fondation Grand Paradis e del Festival Luisa Vuillermoz, l’assessore all’Ambiente della Valle d’Aosta Albert Chatrian, Nicole Micheloni e Fabio Tucci dell’Ufficio Marketing di Netweek