Cent’anni fa, nel 1919 a Weimer in Germania, Walter Gropius ha dato il via a un movimento artistico rivoluzionario, alla base di tutte le avanguardie artistiche di quel periodo storico. Un secolo dopo Como gli rende omaggio con una mostra.

Cent’anni di Bauhaus con Segreta Isola

La mostra “Bauhaus 1919 – 2019” organizzata dall’associazione Segreta Isola (già promotrice dell’esposizione “Ragione e sentimento” alla Casa del Fascio) doveva tenersi all’asilo Sant’Elia, celebre struttura razionalista di Giuseppe Terragni ma la chiusura per lavori di ristrutturazione lo hanno impedito.

A ospitare l’omaggio al movimento ideato da Walter Gropius sarà quindi la galleria d’arte The Art Company di via Borgovico 163 che si è subito resa disponibile per il cambio di location. L’inaugurazione della mostra si terrà quindi oggi, sabato 27 luglio alle 18 mentre sarà aperta al pubblico dal 29 luglio al 31 agosto, dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18.30, il sabato su appuntamento.

Cerimoniere all’inaugurazione sarà il critico d’arte Alberto Gerosa mentre ospiti speciali saranno l’artista Adriano Caverzasio e il fotografo Carlo Pozzoni. A seguire, per intrattenere gli ospiti tra le opere d’arte, l’aperitivo in musica con il “Duo voce e chitarra Sara J Daves e Stefano SJJ”.

Leggi anche:  Alpàa 2019 dal 12 al 21 luglio a Varallo. Dieci giorni di concerti

Esporranno Aldo Lombardo, Claudia Beulke, Clemente Tajana, Egle Vezzoli, Elisabetta Meneghello, Davide Romanò, Franca d’Alfonso, Francesco D’Alconzo, Germana Bedont, Giovanni Ronzoni, Loredana Lombardo, Luisella Abbondi, Mario Di Leo, Marzia Mauri, Massimiliano Porcelli, Paola Sacchi, Paolo Cuccinato, Peter Seelig e Tommaso Dognazzi.

Foto: Bauhaus Bilding a Dessau (Wikimedia Commons)