Mercoledì 13 febbraio a Parigi, per la prima volta, Como entrerà nella sede mondiale dell’Unesco e promuoverà un evento che presenterà
l’unicità, la creatività e l’arte della seta: “The City of Como and its unique traditional knowledge”.

Como debutta all’Unesco

L’evento è il secondo importante momento di confronto che la città farà con il prestigioso mondo Unesco, che segue all’incontro avvenuto il 7 e l’8 dicembre a Como con alcuni rappresentanti provenienti da città parte del Network Unesco Creative Cities. L’appuntamento avviene inoltre in concomitanza di Premier Vision, Villepinte-Parigi, l’evento mondiale per i professionisti del fashion, al quale parteciperanno rappresentanti della città di Como e circa 80 artigiani e industriali serici del territorio.

In questa ribalta mondiale ha avuto grande visibilità l’undicesima edizione di comON, che ha visto coinvolti gli studenti delle scuole medie superiori e università di stile italiane ed europee per un percorso creativo e formativo che ha portato alla realizzazione di opere che sono state esposte nella mostra “The new eco: trace it”, tenutasi a Como nel mese di dicembre. Una selezione di quelle più creative sarà presentata a Parigi il 13 febbraio, in una cornice d’arte realizzata appositamente dall’artista Mimmo Totaro, ad evidenziare non solo
la creatività di Como ma anche a celebrare il sodalizio tra arte e moda.

Leggi anche:  Giovani alla scoperta dell’Europa, il biglietto lo paga l'Ue!

L’evento “The City of Como and its unique traditional knowledge”, promosso dalla Delegazione Permanente Italia Unesco a Parigi, dalla Camera di Commercio di Como e dal Comitato Promotore “Como e Seta”, rappresentato dall’Associazione Amici di Como, la Fondazione Alessandro Volta, l’Ufficio Italiano Seta e l’International Traditional Knowledge Institute, US Chapter (ITKI US) vede tra gli invitati personalità istituzionali locali, nazionali e internazionali, tra le quali il Vice Direttore Generale dell’Unesco Xing Qu (Cina)  e gli Ambasciatori Unesco presenti a Parigi, e si pone l’obiettivo di comunicare e promuovere la più prestigiosa e riconosciuta delle tradizioni del territorio lariano: la lavorazione serica, con i suoi Knowledge Keepers e i nuovi giovani talenti.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU