Da sabato 17 marzo a domenica 15 aprile lo spazio espositivo di S. Pietro in Atrio a Como ospiterà la mostra personale di Virgilio Vairo, organizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Como. La mostra si inaugurerà venerdì 16 marzo alle 17,30.

Verranno mostrati una cinquantina di quadri, rappresentanti la produzione più recente dell’artista, intento nello studio del rapporto forma/spazio, realtà visiva e astrazione sospesa, in una atmosfera luminosa.

Le opere di Vairo

Partendo da alcuni lavori dedicati all’ulivo, l’esposizione proseguirà con le geometrie urbane, fino ad arrivare all’Adriatico, con immagini liriche quasi astratte, di un passato marinaro che sta svanendo. I dipinti saranno raggruppati per tematiche ed esposti in ordine non necessariamente cronologico.

Qualche anticipazione delle sezioni

Una sezione verrà dedicata alle “Geometrie urbane”, serie che include le “Cattedrali”, che hanno ispirato il pittore in questi ultimi anni. Inoltre sono il soggetto di una ricerca mistica, arricchiscono la tematica preesistente, di cui si potrà seguire l’iter evolutivo sin dagli anni settanta. In queste opere l’autore attua una complessa sintesi tra impressionismo e astrattismo, tra la contingenza del dato reale e poesia della memoria.

Leggi anche:  Ribaltamento a Como SIRENE DI NOTTE

In un’apposita sezione, inoltre, verrà presentata la serie inedita di dipinti dedicati al lago di Como. Si tratta di lavori di recente produzione dell’artista, per la prima volta interpreta la visione romantica del lago in “Immagini Lariane” e in “Variazioni su Nesso e Balbianello”. Uno stesso tema che, ripreso in più declinazioni, ogni volta assume un nuovo, personale significato.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU