Ancora una volta sarà un’opera di Giuseppe Verdi ad inaugurare la XIII edizione del Festival Como Città della Musica; dopo il grandissimo successo del Nabucco nel 2017, l’Otello nell’edizione 2018 e la Traviata di quest’anno, è stata scelta l’Aida per l’estate 2020. Come sempre ad eseguire l’opera verdiana sarà il coro della città, i 200.Com.

Festival Como Città della Musica 2020 sceglie i 200.Com

Si è svolto lunedì sera, 11 novembre, nel foyer del Teatro Sociale di Como il primo incontro con i 200.Com, il coro della città di Como, istituito nel 2013 per celebrare i 200 anni dalla nascita di Verdi, Wagner e dalla fondazione del Teatro.

Anno dopo anno, il coro ha riscosso un successo straordinario, riuscendo a coinvolgere un gran numero di persone; sono quasi 300 i cittadini che a partire dai mesi autunnali, si iscrivono alle selezioni annuali e partecipano alle prove per portare in scena il titolo prescelto e dare vita, nei vari registri vocali, ad un complesso artistico imponente.

“Sono l’anima del Festival – afferma Fedora Sorrentino, Presidente del Teatro Sociale di Como/ AsLiCo – con il loro entusiasmo, il loro lavoro, inesauribile passione e dedizione, contagiano tutta la città e tutti noi che lavoriamo con loro”.

Le selezioni

Il mese scorso erano iniziate le selezioni dell’ottava edizione del Progetto 200.Com – un Progetto per la città, che nel 2014 è stato premiato con il prestigioso riconoscimento degli Opera Awards, nella categoria Accessibilità, e nel 2016 ha ricevuto il Premio Abbiati, intitolato a Filippo Siebaneck.

“Emblema di una collettività che segue quotidianamente ogni singola nostra attività, sono diventati parte integrante della vita del Teatro”- continua Sorrentino.

Non ci resta dunque che attendere l’estate 2020 per ascoltare le loro splendide voci.