Un delitto d’amore sul Lago di Como; questo e molto altro è “Mano di donna”, il nuovo romanzo dello scrittore e giornalista comasco Giuseppe Guin, che verrà presentato venerdì 22 novembre, alle 21 presso l’aula magna della scuola media di Cernobbio. L’autore dialogherà con il direttore del nostro settimanale ComoZero Davide Cantoni analizzando e leggendo passi del romanzo. L’evento è organizzato dall’Associazione Ex Alunni Scuola Media Don Umberto Marmori.

Giuseppe Guin presenta “Mano di donna”

“Mano di donna”, pubblicato dalla casa editrice Dominioni Editore, è un romanzo ambientato sulle sponde del Lago di Como. L’autore torna dunque ad ambientare le proprie storie nel paesaggio a lui caro e ad utilizzare i suoi personaggi più veri come “il Bandito che ha tre passioni, la caccia, la pesca e le donne”.

Quello tra Guin e il Lago di Como è un legame che dura da molti anni; i romanzi precedenti infatti presentano sempre la medesima ambientazione con sfumature tuttavia diverse. Dal ritratto lacustre di Guin emerge un lago vero e vissuto in prima persona – ricordiamo infatti che lo scrittore si è trasferito ormai da tempo in un “rudere”, come lo definisce lui, a Faggeto Lario – e lontano da quell’immagine patinata di “lago delle star”.

Leggi anche:  Netweek lancia la Guida ai Ristoranti 2020

Con l’appuntamento a Cernobbio, continua dunque il tour comasco di presentazione del romanzo; a inizio novembre infatti, “Mano di donna” aveva letteralmente riempito il foyer del Teatro Sociale di Como.

Lo scrittore

Comasco doc, Giuseppe Guin è scrittore e ancora prima giornalista professionista. Per anni ha collaborato con giornali di rilievo nazionale come il Corriere della Sera, Corriere del Ticino, L’Europeo e Il Mondo; è stato poi caporedattore de “La Provincia di Como”. Dal 2016 ha appeso la penna – da giornalista – al chiodo ma non ha lasciato quella da scrittore.

Nella sua carriera ha pubblicato diversi romanzi come “L’amore imperdonabile. Un mistero sul lago”, “Io ti aspetto qui”, “Il lago maestro” e “Portami al lago”.