Infopoint turistico: accordo tra Comune, Provincia e Camera di Commercio.

Infopoint turistico: la richiesta a Regione Lombardia

Con la chiusura dell’infopoint turistico gestito dalla Provincia, si pone la questione su dove e come aprirne uno nuovo in città. Per questo motivo Provincia, Comune e Camera di Commercio di Como hanno formulato una formale richiesta a Regione Lombardia. Scopo ottenere un contributo mirato al finanziamento delle spese di funzionamento della nuova struttura pari a 20mila euro annuali.

Le parole della presidente della Provincia

I tre rappresentanti degli enti – il sindaco Mario Landriscina, la presidente della Provincia Maria Rita Livio e il presidente della Camera di Commercio Ambrogio Taborelli – hanno stretto una collaborazione mirata. E’ infatti di pochi giorni fa la firma per un protocollo di collaborazione. Obiettivo è coordinare azioni e interventi in materia di turismo a favore dell’intero territorio. Tra le finalità anche la riapertura di un infopoint.

“Abbiamo aperto una collaborazione che riteniamo essere molto positiva con il Comune e Camera di Commercio per individuare insieme un nuovo spazio di informazione turistica alternativo a quello che abbiamo forzatamente dovuto chiudere. Ma essendo la funzione del Turismo in capo alla Regione ci sembra giusto non solo informare che gli enti del territorio lavorano insieme, ma anche richiedere che necessariamente Regione compartecipi a questa operazione con l’assunzione di almeno parte delle spese.

Leggi anche:  Mostre Como 2018: nuove esposizioni allo Spazio Natta e a San Pietro in atrio

Per questo abbiamo fatto richiesta di una somma annua che per Regione riteniamo essere molto modesta. Ma che per la Provincia è impossibile da reperire tra le spese correnti del nostro bilancio. Crediamo che le modalità operative comuni che abbiamo individuato in materia di turismo possano assolutamente incontrare il favore dell’Assessorato regionale. Corrispondo allo spirito della nuova legge regionale” ha sottolineato la presidente Livio.