Pronti, partenza e via: torna l’ormai imperdibile appuntamento con Orticolario, l’evento culturale e artistico per chi vive la natura come stile di vita. Giunto all’undicesima edizione, quest’anno sarà dedicato al tema delle “Bacche e piccoli frutti” e del “Viaggio” e andrà in scena dal 4 al 6 ottobre 2019 nello storico parco di Villa Erba, sul Lago di Como.

Orticolario 2019: un’edizione speciale

Questa sarà un’edizione speciale proprio come l’avrebbe voluta Emilio Trabella, tra i fondatori di Orticolario e scomparso improvvisamente lo scorso maggio; paesaggista molto amato, è stato definito da Renzo Piano come “l’uomo che sussurra alle piante”.  A lui è dedicata questa edizione della storica manifestazione.

Il tema del viaggio

Il tema di questa nuova edizione, intitolata “Fantasmagoria”, è il viaggio alla scoperta del nostro fantasmagorico mondo attraverso piante, bacche e piccoli frutti che lo rendono così rigoglioso. L’essenza dunque di Orticolario 2019  è un viaggio intorno alla natura, tra giardinaggio, paesaggio, arte e design con l’obiettivo di creare nei viaggiatori una nuova idea di giardino.

Le istallazioni “viaggianti”

Tante le istallazioni presenti quest’anno tra cui il “Bus Garden”, letteralmente un giardino viaggiante, ideato e allestito da Leonardo Magatti su un vero autobus ASF Autolinee; coltivato per mesi prima di arrivare a Villa Erba, “Bus Garden” vuole essere un simbolo di unione tra mondo urbano e regno vegetale, l’invito alla riflessione su quanto sia diventata indispensabile un’evoluzione del rapporto uomo-natura, e su quanto sia vitale la presenza delle piante nelle nostre città e nelle nostre case. Si sale a bordo di un giardino per ritrovarsi circondati da piante, fiori e arbusti e si immagina un viaggio su questo nuovo mezzo di trasporto quotidiano che contribuisce al nostro benessere fisico e mentale.

Leggi anche:  Orticolario 2019: un successo da 30 mila visitatori

Le piante e il programma

I visitatori avranno a disposizione un’ampia l’offerta di piante rare, insolite e da collezione proposte da selezionati vivaisti nazionali e internazionali, oltre che di artigianato artistico. E ancora installazioni d’arte e design, come il progetto “DehOr. Design your horizon”, aree espositive e di relax realizzate da designer.

Un programma denso di eventi e attività, rivolte sia ai grandi sia ai più piccoli con incontri culturali e laboratori didattico-creativi. Un evento dunque da vivere uno o più giorni, fino all’ultimo istante.

L’ospite d’onore

Ospite d’onore di Orticolario 2019 è lo svizzero Paolo Bürgi, architetto paesaggista tra i più apprezzati a livello internazionale, insignito nel 2003 del prestigioso “European Landscape AwardRosa Barba” per il progetto “Cardada, Reconsidering a mountain”. Sarà lui quest’anno a ricevere il premio “Per un Giardinaggio Evoluto 2019”.

Le parole del Presidente

Infine le parole di Moritz Mantero, presidente di Orticolario che descrive così questo nuovo appuntamento di Orticolario: “L’undicesima edizione è il giro di boa verso il secondo decennio dalla fondazione. Una vera sfida per un evento come il nostro, dal doppio valore culturale e sociale. Siamo pronti a iniziare un altro viaggio, a meravigliare e a essere ispirazione, sempre nel segno della bellezza della natura, nostra prima musa ispiratrice”.

Per maggiori informazioni e conoscere il programma delle singole giornate, visita il sito di Orticolario