Una grande serata di jazz al Teatro Sociale di Como. Sabato sera piano, sax, violini, contrabbassi, trombe, chitarre, batterie risuonavano ovunque all’interno del teatro: dal foyer, al sottopalco, alle sale e persino tra gli specchi della sala prove di danza era tutto una dolce musica jazz.

Enrico Rava apre Endless Jazz

Ad aprire la serata Endless Jazz il grandissimo Enrico Rava che ha con la sua tromba ha emozionato il pubblico. Affianco a lui, il duo Francesco Bearzatti Giovanni Guidi che hanno saputo creare la perfetta armonia sul palco. Hanno emozionato con “Over the rainbow” nel saluto finale, strappando un lungo applauso.

La serata è stata però ricca di tanti momenti artistici che hanno riempito il teatro fino a notte fonda. Sessanta musicisti, sparsi su quattro palcoscenici “improvvisati” nei luoghi più impensabili del Sociale.

Tanti artisti per tutta la serata

Nel foyer, Marco Castiglioni Blam Jazz, e a seguire Flying Quartet e Mi.Ma Trio. In Sala Canonica, Manzoni-Emmanuele Quartet e poi Antonio Cervellino Quartet. Ha chiuso Bruno Lavizzari Quartet. Musica anche nel sottopalco, prima con Donato Matola trio e poi con Sabrina Olivieri Quintet. In sala danza invece i primi ad esibirsi sono stati O’Pato Quartet, poi Stringology trio e per chiudere Five Quarters.

Leggi anche:  Deodato Arte inaugura la sede di Como con inediti di José Molina e Mr. SaveTheWall

Una vera notte senza fine, sempre con un bel sottofondo jazz che è stato molto apprezzato dal numeroso pubblico presente.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU