Una stagione brillante quella appena chiusa da Villa Carlotta, nota dimora storica di Tremezzina. Sempre in salita infatti il numero dei visitatori: nel 2016 erano stati 208.743, nel 2017 225.826 mentre nel 2018 sono saliti a 228.590, con un incremento del +1.22% rispetto all’anno precedente.

Villa Carlotta, la direttrice: “Importante il rapporto con il territorio”

“Siamo molto soddisfatti per come è andata questa stagione – commenta la direttrice della villa Maria Angela Previtera – Dal 2016 ad oggi abbiamo avuto un trend sempre in crescita per quel che riguarda il numero di visitatori”. Turisti che sono arrivati a Villa Carlotta anche sulla scia del richiamo di grandi eventi organizzati alla dimora del lago di Como. “Per me è importantissimo organizzare eventi in collaborazione con il territorio e che lo facciano conoscere nel mondo; sicuramente quest’anno in questo senso sono stati eccezionali la presenza dei reali del Belgio e la sfilata di Dolce & Gabbana. Sono convinta che se facciamo rete come ‘lago di Como’, i turisti arriveranno per visitare i luoghi della cultura del Lario”.

E la direttrice di Villa Carlotta è rimasta molto soddisfatta anche del riscontro che ha avuto sul Lario l’iniziativa Lake Como Christmas Light che ha portato le luci della Città dei Balocchi anche nei Comuni del lago. “C’è stato davvero dialogo con il capoluogo e tutta la Tremezzina ha avuto un buon riscontro con gli alberghi aperti – prosegue Previtera – Per la prima volta c’è stata collaborazione tra tutte le sponde del lago”.

Le novità per la prossima stagione

I numeri sempre in crescita dei visitatori sono uno stimolo che spinge a fare sempre meglio. Quali quindi le novità per la prossima stagione di Villa Carlotta? “Anche quest’anno ci saranno tre mostre. La prima, che verrà inaugurata all’inizio della stagione il 22 marzo, sarà fotografica – spiega la direttrice della dimora – Poi ci sarà in programma una mostra con l’obiettivo ancora una volta di valorizzare il patrimonio della villa; quindi l’esposizione permetterà la scoperta della famiglia Clerici, che ha fatto costruire la dimora. Per l’occasione arriveranno anche delle opere da alcuni musei di Milano. Infine stiamo ultimando l’allestimento di una mostra in collaborazione con una ditta tessile comasca”.

Il rapporto con il territorio ad ogni modo rimane fondamentale per chi gestisce Villa Carlotta. “Con la partecipazione a un bando di Fondazione Comasca stiamo lavorando al restauro di tre dipinti custoditi all’interno della chiesa di Tremezzo” ha spiegato Maria Angela Previtera.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU