Wiko, il brand di telefonia portavoce del “lusso democratico”, da sempre vicino ai nuovi trend e alle forme espressive dei nativi digitali, ha scelto di esplorare il fenomeno del pattinaggio a rotelle, attraverso Irene Dose, responsabile del gruppo “Chicks in Bowls Italy”, capitolo italiano del movimento internazionale Chicks in Bowls, e co-fondatrice del brand Busking Bears.

Irene Dose e il roller skating

Wiko &  il roller skating

Dose racconta come il roller skating sia un modo per sfidare i propri limiti, acquisire maggiore fiducia in sé e uscire dal guscio, ma non solo. Si fa crew – ci si supporta, si impara, si cade insieme, si sfida la paura di un nuovo trick.

Se i nostri “colleghi” maschi sono sempre stati abituati a confrontarsi, a buttarsi e a rischiare, possiamo farlo anche noi. Purtroppo, anche lo sport è uno di quei contesti in cui spesso le ragazze non si sentono perfettamente sicure e adeguate. È comprensibile avere paura, ma tra ragazze ci si sostiene e superare gli ostacoli diventa più facile”.

In questo spirito di condivisione e di empowerment, i social media e Instagram in primis hanno un ruolo cruciale. Il roller skating in Italia è come lo skateboard degli anni ’80: si è ora nella fase “embrionale” e gruppi come Chicks in Bowls sono fatti di vere e proprie pioniere della disciplina.