Si è tenuta venerdì mattina nella sala stampa di Palazzo Pirelli a Milano la conferenza di presentazione di Conto Rinnovabili, l’iniziativa destinata a dare un impulso al mercato delle energie rinnovabili in Italia e a cambiare il “paradigma” del fotovoltaico per le piccole e medie imprese del nostro Paese.

Conto Rinnovabili per le piccole e medie imprese

Conto Rinnovabili sarà un incentivo di natura privata, e come tale non peserà in alcun modo sulle finanze pubbliche, destinato alle piccole e medie imprese su scala nazionale: gli interessati potranno accedere a un contributo commisurato a tutta la produzione generata dal loro impianto fotovoltaico, che verrà corrisposto su base trimestrale e per la durata di quattro anni.

L’iniziativa partirà il 27 maggio 2019 e ad essa si potrà aderire fino al 26 maggio 2020. Condizione per ottenere l’incentivo sarà quella di installare un impianto fotovoltaico – di potenza massima producibile da 15 a 500 kwp (Kilowatt picco) – successivamente al 27 maggio 2019, rivolgendosi a società installatrici accreditate a Conto Rinnovabili.

Prima iniziativa in Europa

Si tratta della prima forma incentivante di natura privata in Europa dedicata al settore del fotovoltaico, finalizzata a incrementarne lo sviluppo soprattutto presso le piccole e medie imprese italiane in un segmento nel quale non sono previste oggi particolari agevolazioni, a differenza del settore residenziale che gode della possibilità di detrazione fiscale del 50%.

Tutto ciò è stato possibile grazie al coinvolgimento dell’intera filiera del fotovoltaico, aspetto che ha permesso di raggiungere grandi economie di scala ed efficienze diffuse, riuscendo così a trasferire tutto il valore generato all’utente finale.

Agevolazioni e incentivi privati

Il progetto è stato ideato un anno fa e vede come capofila Geneco Group, società player lombarda nel settore dell’efficienza energetica da oltre dieci anni. Ad essa si sono già uniti di fatto tutti i leader mondiali, europei e italiani del mercato fotovoltaico. Tra i presenti alla conferenza, anche due di essi: JinKO Solar, per i moduli, e Huawei, provider di soluzioni ICT globali, per gli inverter.

Per ottenere i benefici previsti da Conto Rinnovabili, dal 27 maggio 2019 gli interessati (persone giuridiche, persone fisiche, soggetti pubblici, condomini, centri sportivi e associazioni), potranno accedere al portale www.contorinnovabili.it e rivolgersi a una delle società accreditate al progetto per l’installazione del nuovo impianto.

Leggi anche:  L'Università Insubria parla al mondo della moda: sfilata e convegno a Sant'Abbondio

Alla conferenza stampa sono intervenuti il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi, Leonardo Mormandi, Presidente e Ceo di Geneco Group, Alberto Cuter, Responsabile Italia e America Latina di JinKO Solar, e Giovanni Canzano, Country Manager di Huawei. La conferenza è stata moderata da Davide Bartesaghi, direttore di Solare B2B.

Le dichiarazioni

Fermi:

«Ringrazio i promotori di questa iniziativa perché, tramite essa, realtà di categoria e privati sopperiscono in modo efficace all’assenza di incentivi pubblici significativi destinati al mondo delle imprese e finalizzati al ricorso a energie rinnovabili. Le istituzioni prevedono misure e detrazioni fiscali importanti nell’ambito privato: è bene che ora supportino questo progetto affiancando a “Conto Rinnovabili” anche altre misure pubbliche analoghe. Sono anche particolarmente contento che Conto Rinnovabili trovi la sua genesi nella nostra regione, culla delle Pmi e sempre all’avanguardia sui temi dell’innovazione».

Mormandi:

«Rispetto al suo potenziale, e tenendo conto che l’energia derivante dal fotovoltaico è la più conveniente, il mercato di riferimento sta vivendo una fase inespressiva. Per questa ragione speriamo che Conto Rinnovabili possa dare l’impulso sperato, visto che la nostra iniziativa garantisce un beneficio immediato alle imprese cinque volte superiore alle tariffe incentivanti che sono in fase di studio dallo Stato. Puntiamo a coinvolgere tutte le società installatrici italiane, a condizione che possiedano requisiti di comprovata esperienza nel settore e capacità di installazione e gestione degli impianti incentivabili».

Cuter:

«L’Italia, che anni fa era il nostro principale mercato, oggi vale l’0,1% dello stesso. L’iniziativa Conto Rinnovabili, che JinKO ha deciso di appoggiare con convinzione, è la misura innovativa che serve per rilanciare il settore, in una nazione in cui sono presenti grandi professionalità nel campo».

Canzano:

«Sarebbe da pazzi non sfruttare tutti i vantaggi che oggi offre il fotovoltaico: Huawei, che è diventata leader mondiale nel campo degli inverter, crede in Conto Rinnovabili e tramite esso conferma la sua volontà di continuare a investire in Italia».