Quattro ore di sciopero, dalle 13.30 fino a fine turno. Dopo l’ennesimo incontro fra direzione ziendale e sindacali, nell’ambito della procedura di licenziamento collettivo per la Bavelloni Tools di Bregnano, la Fiom di Como ha proclamato uno sciopero per il 2 aprile.

Martedì sciopero alla Bavelloni Tools di Bregnano

I lincenziamenti riguardano nove dipendenti su 38. L’azienda non ha presentato alcuna proposta alternativa ai licenziamenti, rigettando ogni soluzione presentata al tavolo dai sindacati, per esempio la possibilità di utilizzare strumenti conservativi e avviare una discussione seria di prospettiva, con l’obiettivo di reimpiegare parte del personale oggi considerato “esubero”, anche attraverso ricollocazioni stabili o temporanee alla capogruppo Bavelloni SpA, che assorbirà funzioni oggi svolte alla Tools.

“Il mangement ha di fatto rifiutato d’esplorare altre forme alternative da noi proposte, come l’utilizzo dei contratti di solidarietà, cassa integrazione straordinaria, ricollocazioni o distacchi temporanei. Per questo, i metalmeccanici della Cgil hanno organizzato l’astensione dal lavoro e richiedono l’intervento delle istituzioni” fanno sapere i sindacati. Un altro incontro fra azienda e sindacati è previsto proprio il 2 aprile, in concomitanza con lo sciopero.