Secondo Regione Lombardia gli asili nido sono gratuiti, ma in realtà le famiglie lombarde spendono in media 366,5 euro al mese per mandarci un figlio. Il dato emerge dallo studio dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva, realizzato nell’ambito del progetto ‘Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadino’, finanziato dal Ministero per lo Sviluppo economico.

Pd su costi asili nido

“Se Lecco è il capoluogo di provincia più caro d’Italia, con una retta mensile di 515 euro, anche a Como non c’è da stare allegri – commenta Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd –. I posti, oltre a essere meno della richiesta, sono anche cari. Il capoluogo lariano, infatti, è la quarta provincia italiana in termini di spesa, con un costo medio di 388 euro al mese, oltretutto l’unica che registra un incremento”.

Tra le province lombarde, Milano è quella in cui si spende di meno, 232 euro, seguita da Cremona (288 euro) e Brescia (304 euro). Dopo Lecco, le più care sono Mantova (427 euro) e Sondrio (421). Le altre sono Bergamo, 329 euro, Como, appunto, con 388 euro, in aumento dell’1,8%, Lodi 377, Monza 315, Pavia 413 e Varese 388. Asili nido gratis, ma per chi?

Leggi anche:  Currò come facilitatore Regionale della Lombardia: "Grazie per il sostegno, porterò avanti il nostro sogno"