Crisi Mercatone Uno, dopo il tavolo di crisi di giovedì intervengono i consiglieri regionali del Pd Giuseppe Villani, Samuele Astuti e Gigi Ponti.

Crisi Mercatone Uno, “si calcolino i sussidi sul part-time”

Anche il Pd regionale interviene sulla vicenda che ha colpito i lavoratori di Mercatone Uno, senza stipendio da mesi e per i quali è stata concordata la cassa integrazione straordinaria fino a dicembre. Mentre a Roma si è riunito il nuovo tavolo di crisi, al Pirellone si ragiona su cosa è possibile fare per i primi colpiti dalla crisi dell’azienda.

“La difesa dei lavoratori della Mercatone Uno è solo all’inizio e necessita giù di qualche correzione e integrazione – spiegano i consiglieri regionali – La prima è che la cassa integrazione non può essere parametrata sul part time che i lavoratori hanno accettato in cambio degli impegni della proprietà, tutti disattesi, a mantenere il posto di lavoro e a rilanciare l’azienda. È una decisione che spetta al Ministero dello Sviluppo economico e che ci attendiamo venga presa”.

LEGGI ANCHE: Fallita la società di Mercatone Uno: negozi chiusi

Cosa può fare la Regione

I due consiglieri dem non si rivolgono solo al Ministero guidato da Luigi di Maio ma anche alla Regione. “Questa, da parte sua, deve dare un segnale inserendo nell’assestamento al bilancio – continuano –  che a giorni uscirà dalla giunta e tra un mese sarà approvato dall’Aula, le risorse per l’Anticipazione sociale, così da permettere ai lavoratori, che già sono senza stipendio da mesi, almeno di avere anticipata la cassa integrazione. Altre Regioni si sono già attivate, ora tocca anche alla Lombardia”.

Leggi anche:  Manifestazione a Roma presenti anche i politici comaschi FOTO

LEGGI ANCHE: La crisi Mercatone Uno in Regione

Un tavolo sulla crisi della grande distribuzione

Non c’è solo la crisi di Mercatone Uno. Tutto il mondo della grande distribuzione sta passando un momento di difficoltà. Per questo, dal Pd chiedono a Regione anche  di “attivare entro l’estate il tavolo aperto alle parti sociali e sindacali in merito alle crisi strutturale della grande distribuzione, alimentare e non, così come stabilito ed accettato dal Consiglio la scorsa settimana. Infine, invitiamo l’ABI a sensibilizzare tutte le banche affinché, come già hanno fatto alcuni istituti, congelino i mutui dei lavoratori della Mercatone Uno fino alla soluzione della vicenda”.