“Ieri a Fino Mornasco una grande serata di partecipazione attiva dei cittadini, un’assemblea pubblica dove ho avuto l’onore di partecipare ad un confronto di vedute sulle modifiche che subirà la SP27”. Esordisce Currò, M5S.

“Da tale confronto è emerso che i cittadini ritengono un’assurdità proseguire con il traffico veicolare, anche pesante, nel centro città, attraverso modifiche davvero rilevanti alla viabilità.

Questi cittadini non sono stati ascoltati in tutti questi anni e nutrono giustamente una disaffezione verso chi li rappresenta e li ha rappresentati”.

Currò, M5S, confronto con i cittadini sulla viabilità

“Come M5S abbiamo il dovere di dar voce a chi la voce non ce l’ha all’interno delle istituzioni, perché questa disaffezione non sfoci mai in altro, ma diventi una partecipazione attiva alle decisioni per la propria comunità, proprio come ieri sera.

La cosa curiosa è stata la partecipazione di esponenti politici delle amministrazioni precedenti.
Agli occhi dei presenti, gli interventi sono valsi come giustificazioni del loro operato, si è arrivati fino al 1992 (appena 27 anni di rimpalli), nessuno dei presenti che ammettesse, con umiltà, la propria colpa.

Leggi anche:  La solidarietà d’Inverigo alla senatrice Liliana Segre

Ecco, non c’è da meravigliarsi che, a tali affermazioni, il cittadino si distacchi sempre di più dalle istituzioni.

Il M5S ha il dovere di ricucire questo squarcio, ha il dovere anche di riportare il piano politico locale con i piedi per terra, chiedendo e facendo chiedere scusa quando si commettono degli errori.
Siamo cittadini che fanno gli interessi dei cittadini ed è solo a loro che dobbiamo render conto!
Finesi il M5S è al Vostro fianco”!