Elezioni Mariano 2019. Ultimi giorni di campagna elettorale dopodiché saranno i cittadini marianesi a decidere chi sarà il prossimo sindaco della città. Giovedì scorso tutti e tre i candidati sono stati ospiti nella redazione del Giornale di Cantù dove si sono confrontati su diversi temi.

Elezioni Mariano 2019: confronto elettorale

Nei giorni prima del confronto elettorale vi avevamo chiesto di inviarci alcune domande da porre ai candidati. Tra le domande raccolte ne abbiamo selezionate due:
1) Il passaggio a livello è un incubo. Verrà realizzato un sottopasso?

Carmen Colomo: “Da quello che abbiamo visto in altri Comuni, le Ferrovie si sono sempre dimostrate disponibili nel valutare progetti alternativi sui sottopassaggi. Non non abbiamo mai avuto mai le potenzialità per poter andare a trattare direttamente o vedere cosa si potesse fare. La prima cosa sarebbe quella di aprire con tavolo di colloquio con le Ferrovie per trovare soluzioni alternative, magari in zone limitrofe o fuori dal centro di Mariano per poter creare un sottopassaggio. Non possiamo promettere che verrà realizzato ma si faranno tutte quelle azioni per fare in modo che la ferrovia non diventi più un ostacolo per la città”.

Fermo Borgonovo: “Tutti si sono accorti in questo ultimo anno che sono diminuiti i tempi di attesa al passaggio a livello. E’ stata spostata la fermata del treno e quindi le barriere rimangono abbassate per meno tempo. Qualcosa è migliorato anche se il problema c’è ancora. Penso che si debba pensare ad una tangenzialina che potrebbe migliorare anche il traffico nel centro città. Per un sovrappasso o un sottopasso la vedo molto dura”.

Giovanni Alberti: “La vera sfida è quella di trovare il modo e i soldi per fare un intervento, non da parte del Comune, ma di Regione. Inutile andare dai Comuni e dire che servono 8 milioni di euro per un progetto. Ci sarà il tentativo di capire se ci può essere la possibilità di fare un sottopasso. L’altra sfida è spostare il più possibile il traffico su quella che potrebbe essere “la tangenzialina di scorta” che può alleggerire il passaggio a livello. Inutili fare promesse sul sottopasso, proviamo a vedere cosa si può fare”.

2) Che progetti ci sono per la biblioteca e per i giovani?

Giovanni Alberti: “Siamo contrari al progetto presentato dall’attuale Amministrazione. Non capiamo necessità di togliere la sala civica e farla da un’altra parte. Gli eventi devono essere fatti in centro, perché i giovani vogliono essere in centro e chi organizza l’evento vuole essere in centro città. Spostare sala civica per fare la sala studi è un progetto che noi non condividiamo. La biblioteca la vediamo come biblioteca. La sala studi al momento è scollegata per i ragazzi della biblioteca. Noi la sala studi e la sala polifunzionale le vediamo in Villa Sormani, con un parco aperto a tutta la cittadinanza. Sui giovani dobbiamo cambiare l’approccio. Sono pieni di iniziative, a volte anche borderline. Dobbiamo permettergli di farle nella maniera giusta. La sfida non è dire di no, ma farla insieme per non oltrepassare la linea. Un esempio è “La Parigi da Bar” che tutti i paesi intorno fanno ma Mariano ha vietato per il discorso dell’alcol. Poi però patrociniamo “La Festa della birra”. Responsabilizziamo i ragazzi, facciamo capire loro qual è la linea da non oltrepassare. Dobbiamo creare una linea di comunicazione dove si sentono capiti, rispettati e tutelati. In questo modo ti ascoltano”.

Fermo Borgonovo: “Mercoledì 22 ci sarà la premiazione per chi ha vinto Reti più dove ci sono in ballo 125 mila euro. Il nostro progetto è quello di mettere la biblioteca su tre piani, renderla accessibile al pubblico con apertura 6 giorni su 7. La sala civica viene sfruttata poche volte all’anno. Avere una sala aperta potrebbe dare più movimento sulla piazza. La sala civica potrebbe essere la sala delle vetrate in Villa Sormani, è comunque centrale e contiene 100 persone. La nostra coalizione ha una lista under 35 di giovani. Abbiamo tanti giovani che si impegnano in politica, cosa non facile da trovare. Per i giovani stiamo pensando al recupero degli spazi sotto la scuola Don Milani a Perticato. L’interrato ora è rustico, si potrebbe invece creare un centro di aggregazione giovanile. Nell’area degli uffici Mcs ci potrebbe essere invece un co-working”.

Leggi anche:  La Lombardia stanzia 6 milioni di euro per borse di studio e giovani ricercatori

Carmen Colomo: “Serve implementare l’utilizzo di Villa Sormani e creare degli alloggi per gli studenti in Erasmus. Vogliamo vedere una piazza Roma viva, anche grazie agli studenti. Questo si può raggiungere avendo una biblioteca aperta anche con orari notturni, accessibile con attrezzature informatiche e che organizzi serate a livello culturale. Serve anche un po’ di eleasticità da parte delle persone che abitano in piazza. Non vogliamo che Mariano diventi una residenza per anziani o un dormitorio, vogliamo invece integrare la vecchia e la nuova generazione. I giovani stessi possono essere di supporto per gli anziani, rendendolo magari un po’ più giovani”.

L’appello al voto

Fermo Borgonovo di Progetto Mariano Brianza, Mariano duepuntozero e Pd, ha parlato ai cittadini di Mariano con queste parole.

Ecco come si è rivolta ai cittadini Carmen Colomo del Movimento 5 Stelle.

Le parole ai marianesi da parte di Giovanni Alberti di Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Mariano Ideale

Tutti gli appuntamenti elettorali

Per la coalizione di Centrodestra: domenica alle 19 aperitivo bar le Vigne con lista Forza Italia. Mercoledì 22 alle 19 al bar Mav aperitivo con lista Lega e Mariano ideale, giovedì 23 alle 19 al bar Divino aperitivo lista Forza Italia con commercianti, venerdì 24 alle 19 piazza Roma festa di chiusura campagna elettorale con risottata e musica.

Gazebo: Sabato 18 maggio Piazza Roma Perticato, Domenica 19 maggio Piazza Roma Perticato S. Ambrogio, Martedì 21 maggio Mercato di Mariano. Orari sempre 9.00 – 12.30.

Per il Movimento 5 Stelle: martedì 21 dibattito con l’opinionista televisiva e social media Ketty Caraffa e le candidate Europee Eleonora Evi , Caterina Avanza e Valeria Poggio sulle risposte della politica al femminile sulla sicurezza. Mercoledì alle 20.30 incontro con i giovani del centro Magic Akiba in via Isonzo 98. Venerdì dalle 18 alle 24 parcheggio via Sonfia, serata di chiusura campagna elettorale con musica e aperitivo.

Gazebo: domenica 19 maggio Piazza Roma, 21 maggio mercato Via Kennedy

Per Progetto Mariano Brianza: mercoledì mattina incontro in stazione coi pendolari dalle 6.30. Venerdì sera dalle 18 alle 23 ci sarà un evento di chiusura campagna, con aperitivo e musica dal vivo.

Gazebo: sabato 18 in mattinata banchetto in piazza Roma, domenica mattina banchetti informativi su tutto il territorio, mentre i giovani di Marianoduepuntozero girano in bicicletta per incontrare la cittadinanza.

Tutti e tre i candidati lunedì 20 maggio saranno presenti in sala San Carlo per un confronto elettorale organizzato dagli Scout.

Il servizio integrale sul Giornale di Cantù da sabato 18 maggio 2019 in edicola
DA CELLULARE, SCARICA LA APP DEL GIORNALE PER SFOGLIARE L’EDIZIONE e da Pc clicca qui