Dopo varie polemiche portate avanti da Forza Nuova, a Cantù l’Amministrazione comunale ha deciso di organizzare la Giornata dei Martiri delle foibe.

“Il Giorno del ricordo una settimana dopo”

Queste le parole di Forza Nuova: “Apprendiamo che l’Amministrazione comunale di Cantù ha organizzato per venerdì 15 febbraio un picchetto d’onore in memoria dei Martiri delle foibe, dopo quasi una settimana rispetto alla Giornata Nazionale del Ricordo di domenica 10 febbraio. Infatti solo oggi pomeriggio (ieri, ndr) ne danno notizia i giornali locali e quindi è doveroso chiedersi il perché di tanto ritardo da parte dell’amministrazione comunale, nel celebrare tale importantissima giornata per tutto il popolo italiano. Forse il comunicato stampa di Forza Nuova di una settimana fa e la manifestazione di ieri, 10 febbraio, con la deposizione della corona in via Roma presso Villa Calvi, hanno obbligato questa amministrazione “distratta” a scegliere in tutta fretta una data per non dimenticare la strage di italiani infoibati? Meglio tardi che mai! In Italia si è lottato a lungo e duramente affinché finalmente ci fosse un giorno (il 10 febbraio!) dedicato ai nostri Patrioti massacrati, torturati, infoibati dall’odio comunista di Tito. Evidentemente gli amministratori canturini si sono persi un pezzo…un pezzo di Storia!”.

Leggi anche:  Crisi Governo Conte, Currò (M5S): "Due ore di lavoro per ridurre i parlamentari"

QUI I DETTAGLI SULL’EVENTO