“Dalla forza del talento, il coraggio di cambiare. Ripartiamo dal territorio per costruire l’Italia e l’Europa di domani”. E’ il titolo dell’incontro pubblico di Forza Italia organizzato dall’eurodeputato Massimiliano Salini, il presidente del Consiglio regionale  Alessandro Fermi e il consigliere regionale Mauro Piazza. L’evento, aperto a tutti, è organizzato in collaborazione con il gruppo del Partito Popolare Europeo, presso Lariofiere a Erba. L’occasione per un confronto tra politici del territorio, amministratori e imprenditori.

Imprenditori e politici a confronto

“Parlare di talento in Lombardia tra i territori di Lecco, Como e Sondrio – sottolineano Salini, Fermi e Piazza- è un atto di coerenza con la nostra storia, che è quanto di più lontano si possa immaginare, da un lato, dall’assistenzialismo e dal reddito di cittadinanza di un governo sempre più a trazione grillina, distante dalle persone e delle imprese, e dall’altro dall’immobilismo del centrosinistra. Qui ci sono le terre più ricche di talento e innovative d’Italia, come dimostrano i primati nella ricerca, nell’industria, nell’artigianato, in un tessuto socio-economico votato all’eccellenza: tra le più avanzate e sviluppate d’Europa, con il suo tessuto imprenditoriale dinamico e innovativo, la capacità di creare lavoro, valore, prodotti e progetti di altissima qualità, è un esempio concreto da contrapporre alle politiche che vorrebbero screditare il merito”.

Il presidente del Consiglio regionale, Alessandro Fermi, ha sottolineato: “La situazione che stiamo vivendo è particolarmente difficile. Ieri ero a un presidio di un’importante azienda tessile comasca, la Canepa. E’ la sensazione su alcuni temi, che sono quelli dell’economia e dell’investimento nella cultura di questo Paese: la capacità di genio e di lavoro, la capacità di rinnovarsi e di essere i numeri uno per spirito imprenditoriale e nel sapere utilizzare le mani”.

Leggi anche:  Il direttore dell'Ufficio di Milano del Parlamento europeo, Bruno Marasà visita la sede Netweek VIDEO

Quindi l’eurodeputato Massimiliano Salini ha commentato: “Ci dà fastidio che la politica oggi ascolti tutti tra chi negli anni ha generato valore in questo Paese. Il lavoro non nasce da un decreto, nasce da chi rischi. I servizi non nascono dallo Stato ma da chi avverte un bisogno e decide rispondere a quel bisogno”.

Ha chiuso la presentazione dell’incontro il consigliere regionale lecchese Mauro Piazza: “Como e Lecco non sono legati solamente dal nostro meraviglioso lago ma da tutta una struttura sociale ed economica. Oggi siamo qui per ascoltare ma oggi siamo qui anche per trattare un tema che sembra dimenticato: la nostra proposta politica all’interno dell’Europa”

Il sindaco di Erba: “Il Paese muore di burocrazia”

Tra i primi ad intervenire all’incontro il sindaco di Erba Veronica Airoldi che ha spiegato alla platea e ai relatori: “Io credo che come ente locale il tema che non posso non segnalare è quello che questo Paese sta morendo di burocrazia. Non è fattibile per nessun operatore economico ma anche per nessun privato che voglia fare un intervento minimo all’interno della propria casa o che voglia provare a cimentarsi in una attività economica riuscire a realizzare il proprio obiettivo, il proprio sogno in tempi ragionevoli”.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU