Un disegno ben preciso per migliorare la mobilità provinciale che parte dall’attuazione della gratuità della tangenziale e dalla realizzazione del secondo lotto, messo in discussione dal mancato rinnovo dei vincoli sui terreni interessati. Lo ha in mente Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, che continua con la sua esposizione: “Nel mio progetto vi è anche la realizzazione del sottopasso di Arosio e l’attuazione della mia proposta per la gratuità dei trasporti pubblici per gli studenti”.

Mobilità comasca Angelo Orsenigo (Pd): “Tangenziale gratuita e realizzazione del secondo lotto”

Orsenigo crede che serva avere “una visione d’insieme per poter risolvere i problemi di traffico della nostra provincia e Regione Lombardia deve intervenire. Torno a chiedere alla Lega che governa il nostro territorio di finanziare la gratuità del transito sulle tangenziali di Como e Varese, come aveva promesso. Ho invitato ad accantonare per questo 4 milioni e mezzo di euro. Gli impegni vanno mantenuti e i cittadini, che si aspettavano presto la realizzazione del secondo lotto della tangenziale, ora sono molto preoccupati”, dice. Proprio di questi giorni è la notizia che la Regione non ha rinnovato il vincolo per i terreni interessati, “così viene meno la possibilità di realizzare l’opera. Voglio subito chiarezza”.

Leggi anche:  Ausili sanitari, Orsenigo (Pd): "Nuovo fornitore della Regione pannoloni e traversine più scarsi"

Viabilità in difficoltà

La viabilità è allo stremo e a pagarne le conseguenze sono i comaschi. Ad Arosio, per esempio, la situazione vede una parte del paese letteralmente invasa dal traffico. “Chiedo ancora una volta a Regione Lombardia di garantire il cofinanziamento regionale per la realizzazione dell’intervento di interramento della provinciale 32 Novedratese ad Arosio. In occasione dell’inaugurazione del ponte sulla Novedratese diversi politici si erano spesi per trovare le risorse per fare anche questo secondo intervento”.

Agevolazioni ai ragazzi

Infine, sottolinea Orsenigo, occorre promuovere l’utilizzo dei mezzi pubblici e agevolare i ragazzi: “È importante introdurre la gratuità dei mezzi di trasporto pubblici per gli studenti dagli 11 ai 26 anni. Le risorse sono reperibili attraverso la programmazione europea 2021-2027”. La popolazione studentesca comasca vede numeri importanti: gli studenti delle scuole superiori sono oltre 18mila, delle medie 15mila, dell’università 2mila. Attuare la proposta di Orsenigo significherebbe avere molti mezzi privati in meno sulle strade e più soldi in tasca alle famiglie.