Cetto La Qualunque arriva a Lurate Caccivio. O meglio, la  voce del noto comico Antonio Albanese prestata al candidato sindaco Rocco Palamara.

Cetto La Qualunque, video ironico

Il video, sapientemente doppiato (ignoto l’autore), mostra il candidato sindaco Rocco Palamara al parco “Custera” di Lurate Caccivio intento in un comizio elettorale. Peccato che, al posto della voce dell’attuale consigliere di minoranza, si senta il famoso discorso di Albanese sull’ormai leggendario “Cchiú pilu pe’ tutti”.

Entrambi calabresi

La particolarità, a rendere ancora più divertente il tutto, è il parallelismo geografico. Palamara, infatti, è di origine calabra, così come il personaggio di Cetto. Il noto film di Albanese si apre con La Qualunque che torna alla sua Marina Di Sopra, in Calabria.

Il video condiviso dallo stesso Palamara

Autoironia prima di tutto. Che alla base del doppiaggio ci fosse un intento scherzoso e, a suo modo provocatorio, è chiaro. Ma il video è stato decisamente accolto positivamente dal diretto interessato. “Sono contento di questo umorismo sulla mia persona. E’ stato molto gradito”, ha commentato Palamara.

Leggi anche:  Il vicesindaco di Cantù si presenta: l'intervista VIDEO

“Il benfare alle stelle”

Rocco Palamara, una settimana fa ha presentato ufficialmente la sua lista: “Il benfare alle stelle per Lurate Caccivio con Rocco”. Il gruppo che correrà alle prossime Elezioni comunali è composto da Maria Corinna Nardone, lavoratrice nel settore tessile, Vittorio Ricco, studente e commerciante, Lucia Magnolio, organizzatrice di eventi e collaboratrice di “Mediaset”, Natale Lombardo, pensionato, Angelo Raina, operatore nel settore della ristorazione a Lugano, Igor Rinaldi, studente di marketing al «Terragni», Francesca Costarella, lavoratrice in un’azienda tessile, Giuseppe Piccolo, geometra, Veronica Lentini, perito edile e libera professionista, Gianluigi Gambardella, geometra impiegato alle poste di Olgiate, Luana Turcato, lavoratrice in azienda tessile, e Alberto Valli.