Risultato raggiunto ieri sera in Consiglio comunale per il gruppo di minoranza guidato da Alessandro Rapinese. Sindaco e maggioranza hanno infatti approvato la mozione del consigliere relativa alla riqualificazione del parco di via Traù a Tavernola.

Parco di via Traù: situazione di degrado

In un Consiglio comunale iniziato con un dibattito su una mozione relativa alla situazione tra Israele e la Striscia di Gaza, nessuno pensava che si sarebbe giunti a un dunque, a qualcosa di concreto. E invece è successo. La maggioranza guidata dal sindaco Mario Landriscina ha infatti approvato all’unanimità la mozione presentata dal gruppo di Rapinese per la sistemazione del parco di Tavernola, alle spalle del rinomato hotel Sheraton. La mozione impegna sindaco e giunta “a rendere quanto meno decorose le condizioni le parco di via Traù”.

La situazione in cui versa questo angolo verde è infatti estremamente degradata ma ha tutte le potenzialità per diventare un  polmone verde per i tavernolesi e non solo. Basti pensare che, anche nelle pessime condizioni in cui si trova, sono tanti i residenti che portano in questo luogo i bambini per un momento di frescura e divertimento.

Leggi anche:  Ladri acrobati a Tavernola: via con 90 euro e qualche gioiello

All’interno di questo spazio comunale verde ci sono infatti un vecchio campo da tennis in totale stato di abbandono e assolutamente inutilizzabile ma anche un campo da basket e una pista. Strutture che, rimesse in sesto, potrebbero attrarre i tanti sportivi della zona. In pessime condizioni anche l’area giochi per i bambini ma soprattutto i bagni. Entrambe le strutture infatti sono in stato di abbandono, alla mercé di vandalismo e imbrattamenti.

Il “sì” di sindaco e assessore

Dalla giunta è arrivato quindi parere favorevole ad impegnarsi per questo progetto. A esprimerlo chiaramente sia il sindaco Landriscina, che ha apprezzato questa mozione “propositiva” arrivata dal gruppo di minoranza, ma anche l’assessore a Parchi e Giardini, Marco Galli. “Per noi le periferie sono importanti ed è per questo motivo che non solo vorremmo risistemare le strutture esistenti ma anche ampliare l’area giochi per i bambini. Il tutto in tempi brevi”.

Stephanie Barone

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU