Terremoto politico a Lambrugo. Il sindaco Giuseppe Costanzo, eletto nel 2018, è stato sfiduciato dalla sua stessa maggioranza.

ORE 13.45 – Arriva il comunicato ufficiale della Prefettura: “A seguito delle dimissioni dalla carica, ritualmente rassegnate, in data odierna, da sette Consiglieri Comunali su dieci, con conseguente configurabilità dell’ipotesi dissolutoria di cui all’art. 141, comma 1, lett. b) n. 3 del D. Lgs. 18.08.2000 n. 267, il Prefetto Ignazio Coccia ha avanzato al Ministero dell’Interno la proposta di scioglimento del Consiglio Comunale di Lambrugo. Contestualmente, al fine di assicurare il normale funzionamento degli Organi e dei servizi dell’Ente, il Prefetto ha disposto, nelle more del provvedimento di scioglimento, la sospensione dello stesso Consiglio, con la nomina del Viceprefetto dott. Michele Giacomino quale Commissario per la provvisoria amministrazione del Comune. L’incarico in questione si protrarrà sino al prossimo turno elettorale”.

Terremoto politico: sindaco sfiduciato a Lambrugo

Nella mattinata di oggi, giovedì 31 ottobre 2019, la maggioranza ha depositato una lettera protocollata con tanto di dimissioni. Anche la minoranza ha percorso la stessa strada rassegnando le dimissioni. Costanzo era stato rieletto nel 2018 ed era al suo secondo mandato. Per Lambrugo, a questo punto, è ormai alle porte il Commissario che trainerà il Comune alle prossime elezioni.