Tsunami e terremoti: l’Italia deve essere in prima fila nella prevenzione. Convinto di questo impegno è il deputato leghista comasco Eugenio Zoffili, primo firmatario di una risoluzione presentata alla commissione Esteri di cui è membro.

Tsunami e terremoti: Zoffili promotore dell’iniziativa

“426 persone sono morte e 24 risultano ancora disperse in seguito allo tsunami che ha colpito Giava e Sumatra lo scorso 23 dicembre. Dopo la tragedia sono sorte polemiche sull’efficacia del sistema di early warning di cui l’Indonesia è dotata. Considerato che la stessa Indonesia fa parte con l’Italia ed altri Paesi, del programma ‘Tsunami Programme of IOC-UNESCO’ che svolge attività di capacity building e sostegno di progetti regionali e nazionali per ridurre il rischio tsunami, è giusto che il nostro Paese dia il suo contributo rinforzando la propria presenza in modo determinante e qualificato. Per questo ho presentato una risoluzione in commissione Affari esteri sottoscritta anche dai colleghi della Lega in commissione Ambiente per impegnare il governo a rafforzare la presenza italiana in quelle sedi internazionali in cui il nostro Paese può fare la differenza, al fine di contribuire in modo determinante allo sviluppo di un sistema di allerta precoce di terremoti e tsunami. Fenomeni che affliggono in modo devastante anche il nostro territorio” ha spiegato il deputato erbese del Carroccio.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU