Si prospetta un fine settimana ricco di impegni per Bike Cadorago. Sabato 6 luglio 2019 a Chianciano Terme, in provincia di Siena, si disputerà il Campionato italiano su strada riservato a Esordienti e Allieve mentre Domenica 7 luglio a Cernusco sul Naviglio le Giovanissime gareggeranno nella prova finale del “Trofeo Rosa”.

Bike Cadorago un fine settimana tricolore: Esordienti primo anno

Alle 9.30 del 6 luglio 2019 prenderà il via la gara tricolore riservata alle ragazze della categoria Esordienti Donne “primo anno”; in questa competizione, che si svolgerà sulla distanza di 32,8 chilometri, Bike Cadorago schiererà Michelle Di Paolantonio, tredicenne varesina di Cagnoche si è messa in luce a Sabbio Chiese dove ha ottenuto il terzo posto nella speciale classifica riservata alle atlete nate nel 2006. (LEGGI ANCHE >> Bike Cadorago, ancora sotto i riflettori)

Esordienti secondo anno: Vergobbi e Roda

A Mezzogiorno invece la partenza del Campionato Italiano Esordienti Donne “secondo anno”. Tra le atlete nate nel 2005 che si sfideranno per il titolo Marta Vergobbi e Beatrice Roda, tre volte sul podio tra inizio maggio e fine giugno. (LEGGI ANCHE >> Bike Cadorago, medaglia d’argento per Beatrice Roda)

Leggi anche:  Pallanuoto Como il team lariano debutterà a Lodi il 18 gennaio

Le Allieve

Nel pomeriggio invece, con partenza alle ore 15, sarà la volta delle Allieve, categoria in cui, convocate con la Rappresentativa regionale lombarda, correranno anche Sara Aubry e Rebecca Rigamonti. La prima, masnaghese classe 2003, ha ottenuto diversi piazzamenti, il migliore dei quali la “medaglia di bronzo” a Crosare di Bovolone. Rebecca, comasca di Orsenigo al primo anno in categoria, ha concluso la gara di Telgate al quarto posto.

Le giovanissime alla caccia del “Trofeo Rosa”

Anche Carola e Ludovica hanno in agenda una gara importante: domenica a Cernusco Sul Naviglio gareggeranno nella prova conclusiva del “Trofeo Rosa”. Partenza della prima gara alle ore 9.30.

Le parole d’incoraggiamento del Presidente Carlo Sala

“Voglio incoraggiare le nostre atlete dicendo loro di impegnarsi a fondo e dare il massimo. Vorrei anche che le ragazze vivessero pienamente questa esperienza, non solo sul piano sportivo ma anche come opportunità di crescita personale. Forza ragazze!”