Dopo le meritatissime vacanze tra Ibiza e Capri, Patrick Cutrone, come tutti i suoi compagni che non hanno partecipato ai Mondiali, è tornato a lavorare a Milanello in vista della preparazione per la stagione 2018-19.

Il ritorno di Cutrone a Milanello

Se il futuro societario del Milan resta ancora un dilemma, quello del bomber parediense sembra già scritto. Confermato dopo l’exploit della scorsa stagione, da lui Gennaro Gattuso pretenderà impegno, determinazione e gol. Tre elementi che non sono mai mancati. Oggi, durante il primo giorno di lavoro, il ventenne attaccante è stato tra i più applauditi dai tifosi che stravedono per lui.

Le parole di mister Gattuso

Il tecnico rossonero, in conferenza stampa, ha parlato proprio della situazione degli attaccanti. “Per ora siamo al completo, se non si muove nessuno non arriverà nessuno. Di sicuro, a parlare sarà il campo: ad esempio, mi aspetto che Bacca arrivi con la voglia di sudare e faticare, non con il pensiero di andarsene. Silva? Lo voglio più sveglio, lui sa cosa mi aspetto. Kalinic e l’esclusione in corsa dalla Croazia al Mondiale? Lui soffriva di pubalgia e quando è partito con la nazionale non aveva ancora risolto il problema: purtroppo ha commesso l’errore di non dirlo al suo c.t. Zaza? Con quelle caratteristiche abbiamo già Cutrone…”.

Leggi anche:  Canottaggio lariano arriva il Trofeo delle Regioni a Ravenna

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU