L’Acqua S.Bernardo cede alla capolista Virtus Segafredo, vittoriosa tra le mura amiche della Virtus Arena con il risultato finale di 89 a 70. Di seguito le parole di coach Cesare Pancotto al termine della gara.

Parla coach Pancotto dopo la gara

“Penso che per avere una chance di vittoria contro questa Virtus Bologna, l’unica sia giocarsela punto a punto. Avremmo voluto fare una partita più “lunga” ma la bravura della Segafredo e alcuni nostri errori non lo hanno permesso, soprattutto dai loro contropiedi sono scaturiti dei punti fondamentali che hanno tolto fiducia a noi, dandone ancora di più a loro. Nel nostro massimo sforzo di recuperare la partita, sul -11, i loro canestri in contropiede sono stati determinanti per chiudere anticipatamente la gara. Nel finale abbiamo provato a rientrare sul -9 ma contro una squadra come Bologna i troppi errori da sotto non sono concessi, nonostante le nostre buone percentuali da due non siamo riusciti a dare esito positivo ai nostri tentativi da oltre l’arco. Guardo dunque alle note positive della serata: dopo ogni time out siamo sempre riusciti a rientrare bene in campo, facendo qualcosa di positivo. Sono poi cinque i giocatori in doppia cifra e, altra cosa a cui tenevamo molto, siamo riusciti a pareggiare la forza a rimbalzo dei nostri avversari. Tuttavia, ancora una volta – ha concluso l’head coach di Cantù – è un periodo della gara a costarci la partita”.

Leggi anche:  Carlo Recalcati premiato con la palma d'oro del Coni

La S.Bernardo tornerà in campo domenica prossima 8 dicembre, in casa al “PalaBancoDesio” (palla a due alle ore 17:00), nel derby con la Openjobmetis Varese valido per la dodicesima giornata di LBA.